19 agosto 2011 – Cadarafagno di Breia

Trascorrere l’intero pomeriggio nello scomparto surgelati del frigorifero poteva essere certo una buona soluzione per ovviare all’afa di ieri ma c’erano sicuramente alternative migliori. Una di queste era andare a gareggiare in uno di quei freschi paesini di media montagna… e la cosa mi sembrò l’ideale per riprendermi dal lungo lavoro del mattino e dal caldo soffocante di città.

 In compagnia del compagno di squadra Paolo Proserpio ci dirigiamo a Cadarafagno di Breia (VC) , in Valsesia, dove era in programma una Gara Fidal di corsa in montagna di 10 km. L’altezza di 800m slm del paesello rende l’aria un po’ più respirabile ma c’è ugualmente alta umidità.

Alle 17.45 si parte. E’ la edizione per questo Memorial Giampiero Velatta e il favorito d’obbligo è Sergio Prolo (Atl. Valsesia) sempre in splendida forma in vista di questo appuntamento che lo ha già visto vincitore due volte. Succederà ancora lui nell’albo d’oro a Paolo Finesso che trionfò l’anno passato oppure uno dei due portacolori dell’Atletica Palzola? Chissà! Comunque per il primo km del percorso sono gli amici Stefano Velatta (Candelo) e Maurizio Schepis (Circuito Running) a fare l’andatura. Poi entra in scena Sergio Prolo, Proserpio ed io. Un anello di salita e discesa riporta, dopo 2 km, al paesino. Qui era presente una discesa scivolosa dove Prolo è andato in fuga seguito da me e Proserpio.

Poi è salita dura. Prolo davanti, Proserpio a seguire a 50m ed io ancora più dietro a 30 m dal compagno di squadra. A metà salita riprendo Proserpio che è reduce dalla vittoria alla recente Varallo-Rimella e dai due secondi posti alla Varallo-Morca e al Trail della Valsesia. Lo incito. “Dai che andiamo a riprendere Sergio“. Ma Prolo oggi ne aveva di più. Assieme ci abbiamo provato a riacciuffarlo ma era sempre là davanti 100 m e non mostrava nessun cedimento. Il tratto centrale della gara era un infinito falsopiano con un susseguirsi continuo di tratti in leggera salita a strappettini duri su sabbione  e ciottolato. Io davanti e Proserpio dietro alcuni passi. Prolo sempre là davanti a 100m.

Poi ultimi 3-4 km in discesa su una forestale ciottolosa. Nei continui tornantini perdiamo di vista Prolo. Ormai non lo prendiamo più e io e Paolo decidiamo di accontentarci correndo gli ultimi 2 km abbastanza tranquilli per poi tagliare il traguardo appaiati in seconda posizione, a 28″ da un super Sergio Prolo.

UOMINI:

Sergio Prolo (Atl. valsesia) 40’49”, 2° a pari merito Paolo Proserpio (Atl. Palzola) e Matteo Raimondi (Atl. Palzola) 41’17”, 4° Maurizio Schepis (Circuito Running) 43’36”, 5° Stefano Velatta (Candelo) 44’03”

DONNE:

Gabriella Marrari (GSA Valsesia) 48’42”, 2° Ester Scotti (Atl. Presezzo) 50’58”, 3° Sofia Canetta (Atl. Valsesia) 51’06”, 4° Monica Coppo (Amatori Sport) 53’40”, 5° Antonella Manfrinato (Cedas Lancia) 55’32”. Poi bravissima 12° l’amica Roberta Veronesi (Podistica arona)

La classifica completa la trovate sul sito dell’Atletica Valsesia. Il commento di Robertina è sul sito di Fiatocorto.

Il prossimo appuntamento con le gare sarà per giovedì prossimo con la staffetta di Cambiasca (VB) in compagnia di Rolando Piana e Alberto Gramegna impegnati tutti e due domenica ai campionati italiani di corsa in montagna a Zelbio (CO)

Foto –  in alto: podio maschile con Sergio Prolo tra Proserpio e me. In basso – in compagnia di Robertina di Fiatocorto (foto di Roberta Veronesi)

 

Questo post è stato letto 1584 volte!

    Precedente Variazioni ai calendari gare Successivo Staffetta Cambiasca - Commedia in 3 Atti

    3 thoughts on “19 agosto 2011 – Cadarafagno di Breia

    1. robertina il said:

      Matteo…..vieni vicino con l’orecchio…..non deve sentirci nessuno…..ma….dimmi un pò….quante donne eravamo? Forse dodici?
      Ciao Matteo…..sei fortissimo!

    2. sergio belli il said:

      Complimenti Teo, vai sempre forte!

      ps:se vi puó interessare sul sito della mia società (www.atleticavalsesia.it) si possono trovare le classifiche della gara di breia così come di altre gare valsesiane. buona corsa a tutti!

    3. Matteo Raimondi il said:

      Grazie mille Sergio. Aggiungo subito la classifica all’articolo e complimenti per il tuo bellissimo sito 🙂

      Ma va là Robertina. Alle tue spalle avevi ancora una decina di atlete! Sei andata benissimo 🙂

    Lascia un commento