A redini sciolte

Lascio scorrere il sudore sulla pelle, non lo asciugo e pedalo. Sui rulli in casa però, perchè da alcuni giorni il corpo non vuol proprio seguire quello che la mente progetta. Sono di nuovo bloccato col collo e con la schiena. “Speriamo non sia l’ernia che riaffiora”, penso mentre le gocce di sudore terminano la loro corsa scavalcando l’ultimo centimetro delle dita che bagnate afferrano il manubrio. E poi si lasciano cadere giù una dietro l’altra.

Giù come le mie gambe che per un bel po’ di tempo hanno solcato le montagne in una bella scorpacciata estiva. Tante avventure e anche alcune gare. Tra queste le due avvincenti battaglie con l’amico Paolo Proserpio, sia a Vararo (VA) nel Giro del Pozzopiano, sia a Casalzuigno (VA) nel giro del Perin. Nel mezzo una bella sparata in pianura a Perugia e tanti sentieri scoperti di corsa tra Lombardia, Piemonte, Emilia Romagna ed Umbria.

A Vararo (21 luglio 2019) ho l’onore e la gioia di arrivare al traguardo assieme a Paolone che festeggia la sua 200° vittoria in carriera (CLASSIFICA e FOTO di Ciresa e Barbieri) dopo una bella sfida su e giù per sentieri e creste. Una salita a tutta in compagnia anche di Ferdy Coltro e poi una discesa ancora più forte col solo Proserpio.

A Strozzacapponi, paesello ai piedi di Perugia (31 luglio 2019), giungo 4° in un circuito di 3 km leggermente mosso da ripetere 3 volte (CLASSIFICA). Contento perchè scopro la gara 2 ore prima e la mattina mi ero già sparato 20 km di corsa dalla pacifica Assisi fin su alla vetta solitaria del Monte Subasio.

Anche a Casalzuigno (11 agosto 2019) faccio tutta la gara in compagnia di Paolo Proserpio e assieme giungiamo secondi dietro un grandissimo Manuel Bonardi (CLASSIFICA e FOTO)

Ora qualche giorno tranquillo e poi di nuovo a redini sciolte

Questo post è stato letto 2407 volte!

Precedente Montevecchia Night Trail 2019 Successivo Dove correre 29 agosto - 29 settembre 2019

Lascia un commento