11° Trofeo Bradipozoppo 2018

Martedì 1 maggio 2018 – C’erano le spalle larghe dell’amico Antonio Vasi dentro quella canotta che da ormai parecchi minuti mi precedeva di 20 m. Su e giù, destra e sinistra tra sentieri, prati e strade asfaltate attorno a Bolladello di Cairate (VA). Ma quei 20 metri proprio non riuscivo a colmarli. Però ero contento di correre a così poca distanza dal forte amico. Pian piano sto tornando in forma.

L’11° edizione del Trofeo Bradipo Zoppo era partita alle 9.00 dallo stadio di Bolladello. Nei primi km le gambe non volevano saperne di sciogliersi e come due colonne di marmo picchiavano rigide a terra. Ma dopo il duro strappo su prato intorno al 4° km iniziarono pian piano a slegarsi. In breve tempo recupero lo spazio perso prendendo e superando i bravi Andrea Zucchiatti e Fabio De Paoli e portandomi a 20 m da Vasi.

Da li in poi è un seguirlo a distanza di sicurezza perdendomi spesso nei miei pensieri. Perchè così mi capita mentre gareggio. Mi distraggo ed inizio a pensare ad altro. A una storia da raccontare, al turno di lavoro che mi aspetta poche ore dopo, a quanto son bianche quelle nuvole che pascolano lassù in cielo, ai litigi tra le mie scarpette, al mondo fantastico che devono vedere gli occhi di quel bambino a bordo strada che con la bocca aperta ci guarda passare stringendo ben forte la manina tra le dita calde della madre.

Collono loro mamma. Pecchèèè?!?” Ed è così che mi risveglio dai miei pensieri e mi concentro di nuovo sulla canotta che davanti continua ad avanzare a 20 metri di vantaggio. Spingo un poco di più. Dai, almeno fino al 10° km. Poi ne rimarranno solo due e come va va. Strada sterrata, sconnessa. Un poco di sole. Il divario si accorcia. Io penso a che storiella potrei scrivere. Un ciuffo d’erba più verde degli altri spunta fuori da una staccionata ridipinta da poco. Alcune gocce di vernice gialla sporcano i sassi li sotto. Sarà stato quel vecchio con la sigaretta in bocca appoggiato al trattore? E la canotta di Vasi s’annebbia di nuovo lasciando spazio ad altri pensieri vaganti.

CLASSIFICA (12,1 km):

UOMINI: 1° Antonio Vasi, 2° Matteo Raimondi, 3° Fabio De Paoli, 4° Augusto Schirosi, 5° Michele Merlo

DONNE: 1° Eugenia Vasconi, 2° Marta Lualdi, 3° Elena Soffia

Foto di Arturo Barbieri e tante altre sul sito dei Bradipo Zoppo che come ogni anno fa di questa gara una grande manifestazione. Complimenti!!

Questo post è stato letto 2149 volte!

    Precedente Dove correre 28 aprile - 1 maggio Successivo Su e giu per Nosate 2018

    Lascia un commento