Crea sito

Giro del Varesotto 2015 – Besnate

p1207392181-526 maggio 2015 – BESNATE (VA) – 1° tappa del 17° Giro Podistico del Varesotto

Sembrava che quel tiro non dovesse finire mai. Poi il vecchio staccò il sigaro dalla bocca e si voltò verso il gruppetto di bocia che affollava, piedi nudi, la veranda. “Perdinci, era nel 2015. Besnate. Ricordo ancora”. Staccò i piedi dalla ringhiera di legno e appoggiando il gomito sul ginocchio lasciò che il sigaro continuasse a consumarsi da solo tra l’indice ed il medio. I bocia erano tutto orecchi.

“Era tradizione ai miei tempi che la prima fosse a Besnate. 5 km a tuono. Un botto di cannone ve lo assicuro con il cuore in gola dal primo all’ultimo metro. Davanti a tutti Fochi in maglia nera. Era il campione uscente. Aveva rimesso in gioco la sua maglia rosa. Si ripartiva da zero. Tutti ripartivano da zero. Tutti allo stesso livello. La linea è una sola, ricordatevelo guaglioni.” La bocca dei balossi lo ripeteva sottovoce.

“C’era anche il Re del Giro, così lo chiamavano allora. Il Bramba. Marco Brambilla. A quei tempi ne aveva vinti 6 di giri. 18 vittorie di tappa come quelle eguagliate proprio in quel giorno dalla Bionda Volante Claudia Gelsomino. Ne passò di tempo prima che qualcuno… Fatto sta pischelli miei che una volta accesa la fiamma il fienile va in fiamme. Ma qui a bruciare non è la paglia ma la strada sotto i piedi del plotone. Immaginate… 2000 piedi a picchiar l’asfalto, le braccia a menar l’aria come a voler volare. L’uomo in nero a comandare, i due bianchi alfieri dell’Azzurra a calpestarne l’ombra. Hanno nomi di gran casate. Soffientini, Malinverno. Ricordateveli.” Il più piccolo dei bocia li ripeteva per memorizzarli mentre l’orizzonte arrossava il suo viso.

“E dietro tutto il serpentone. Molteni di azzurro vestito, lo scalatore Ponti e l’armata Palzola coi tre moschettieri. Dall’ammiraglia Palzola viene dato il via libera a Vasi che lasciando i due compagni ritorna sotto al fuggitivo Ponti tallonandolo da dietro per infilzarlo nel finale. Una stoccata che gli valse la 5° piazza. Gran classe. Dietro il Re del Giro. Era in ripresa come l’allievo che lo seguiva. Il Bramba provava a riportarlo sotto al duo Vasi-Ponti incitandolo a seguirlo ma l’allievo non ce la faceva proprio. E poi c’era la tradizione. 10 i secondi a dividerli in quasi tutte le tappe di 4 giri passati. 10 i secondi di ritardo anche in quel giorno. La tradizione ragazzi. Seguitela! Ma non troppo. E’ così bella poi l’improvvisazione che non avete idea. Come quando… ma forza, su che è tardi a casa! Questo ve lo racconterò la prossima sera.”

Il tramonto li avvolse. I bocia controvoglia se ne andarono. Il vecchio rificcò il sigaro tra i suoi denti gialli e ridendo riprese a dondolarsi nella sera. Poche ore prima aveva ritrovato nell’armadio una vecchia maglia rosa ormai scolorita dal tempo. “Perdinci”, si ripetè prima di addormentarsi nella notte.

CLASSIFICA

UOMINI: 1° Ronnie Fochi (Atl. Casorate), 2° Andrea Soffientini (Azzurra), 3° Matteo Malinverno (Azzurra), 4° Manuel Molteni (Gs. Villa Guardia), 5° Antonio Vasi (Atl. Palzola), 6° Luca Ponti (Atl. Casorate), 7° Marco Brambilla (Atl. Palzola), 8° Matteo Raimondi (Atl. Palzola), 9° Giuseppe Lucia (Azzurra), 10° Manuel Beltrami (Atl. Casorate)

DONNE: 1° Claudia Gelsomino (Atl. Palzola), 2° Sabina Ambrosetti (Runners Valbossa), 3° Miriam Montuori (Free-Zone), 4° Rosanna Urso (Athlon Runners), 5° Marta Latino (Atl. Casorate), 6° Paola Gobbo (Betti’s Grup), 7° Beatrice Lucia M Aletti (Atl. Riccardi), 8° Barbara Pavan (Runners Valbossa), 9° Francesca Barone (Atl. Casorate), 10° Mara Minato (Csi Varese)

CLASSIFICA DI TAPPACLASSIFICHE CIRCUITO

Poi Foto di Arturo Barbieri e articolo dell’Atletica Casorate. Tutte le altre informazioni sul sito ufficiale del GIRO DEL VARESOTTO

Questo post è stato letto 3568 volte!

4 Risposte a “Giro del Varesotto 2015 – Besnate”

  1. Vederti di nuovo nelle parti alte delle classifiche mi da tranquillità Prrche ora so per chi tifare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.