23-10-2011 – Staffetta Duathlon al Brinzio

Ci tenevo a correre questo duathlon a staffetta perchè l’ho voluto correre con uno dei primi amici che ho incontrato attraverso questo mio blog. Sto parlando di Mario Busnelli di CorsAmica conosciutissimo nel mondo della corsa e della MTB per le sue foto e i suoi bellissimi filmati. Da poco si è riappassionato alla bici e con lui ci siamo dati appuntamento al Brinzio (VA) per la staffetta TreBrinzio 2011. 14 km di MTB per lui e 9 km di corsa per me.

Alle 9.30 sono 150 i ciclisti che si lanciano sul tracciato. Per loro 3 giri di un percorso molto tecnico ricavato sul versante nord del Campo dei Fiori. Sentieri che alcuni anni fa percorrevo con gli sci di fondo. Io intanto mi scaldo e tifo i domatori delle Mountain Bike. Non essendo del giro non conosco quasi nessuno di loro tranne il compagno di squadra della Palzola Davide Coato che oggi fa coppia con Antonio Vasi e gli amici Alberto e Marco Raimondi impegnati nel duathlon individuale e naturalmente Mario Busnelli. Ma per tutti loro c’è la mia ammirazione perchè io su questi sentieri con una MTB non saprei neppure da dove cominciare.

E Mario ci mette grinta nonostante non siano i suoi terreni preferiti. Non si arrende. Dice che va pianino ed invece è stato grande! Il primo a terminare la frazione in bici è Davide Ballabio in 34′. E parte la frazione a piedi. Qui conosco quasi tutti e faccio il tifo per i miei tre compagni della Palzola Antonio Vasi, Maurizio Rachelli ed Elisa Masciocchi che realizzeranno tre strepitose rimonte e per tutti gli altri tra cui Argoub, Zarantonello, Mora, Lia, Mulè, Nader, Saligari… Vedo Mario arrivare dal fondo. Lo incito nei suoi ultimi metri di MTB e parto.

Il fresco della mattinata autunnale mi rende vivo. Due giri molto belli mi attendono, di quelli che se parti troppo forte poi la paghi. Incito tutti quelli che supero od incrocio e da loro sono incitato. Bello! Poco dopo la metà del primo giro guadagno 1-2 minuti fermandomi ad aiutare, assieme ad un altro atleta, una ragazza che è per terra con la caviglia slogata (aiutare non è mai perdita di tempo ma sempre guadagno). Vado a cercare i primi soccorsi e poi riparto. Al passaggio del primo giro sento gli incitamenti di Mario, Alberto e della famiglia di Maurizio. Poi attraverso lo speaker ed amico Giorgio Girardi mi appassiono alla vittoria di Antonio Vasi in volata su Andrea Macchi.  Loro sono arrivati, a me manca ancora un bel po’ del secondo giro.

E cadono le foglie. Gialle, vecchie, piene del loro tempo vissuto. Ma ce n’è una, e rallento per vederla, che scivola a terra, verde, ancora fresca e piena di linfa. Che ci fa li a terra tra il manto giallo d’autunno? Foglia verde che risalta. Foglia giovane. Foglia morta. Non capisco ma ogni tanto capita. Non capisco ma basta un raggio di sole ad illuminarla che ne fa uno spettacolo di colori.

Scrollo via i pensieri e continuo nella mia corsa tra i saliscendi dell’ultimo tratto veramente bello. Poi l’arrivo con le immancabili foto di Mario. Come staffetta io e Mario alla fine giungiamo 31° e felicissimi!!

Ed ecco le classifiche a staffetta:

UOMINI: 1° Coato (36’59” MTB) – Vasi (31’56” Corsa), 2° Pedon (35’24”) – Macchi (33’32”), 3° Binda (36’56”) – Marsetti (33’02”). Poi 5° Cipolla (38’01”) – Mulè (33’41”), 7° Bellotto (37’28”) – Zarantonello (34’24”), 9° Meneghin (38’48”) – Lia (35’41”), 10° Chalal (43’31”) – Argoub (31’46”), 11° Perego (38’34”) – Rachelli (36’58”), 31° Busnelli (50’05”) – Raimondi (32’46”)

DONNE: 1° Bottigelli (58’47”) – Ferrari (40’12”)

MISTA: 1° Montalbeletti (37’54”) – Masciocchi (38’00”)

INDIVIDUALE UOMINI: 1° Davide Ballabio 1h11′. Poi bravissimo 18° Marco Raimondi 1h26′ e 49° Dino Gallazzi 1h42′. Sfortunato invece Alberto Raimondi che rompe la catena ed è costretto al ritiro.

INDIVIDUALE DONNE: 1° Caterina Fornasa 1h41′

Ed ecco la FRAZIONE DI CORSA: 1° Argoub 31’46”, 2° Vasi 31’56”, 3° Giani 32’37”, 4° Raimondi 32’46”, 5° Marsetti 33’02”.

Infine CLASSIFICA STAFFETTA, CLASSIFICA INDIVIDUALE, FRAZIONE MTB e FRAZIONE CORSA. E poi le FOTO di CorsAmica ed il suo bellissimo commento.

Foto: Mario ed io al termine della nostra gara

Questo post è stato letto 6704 volte!

Precedente Dove correre il 23 ottobre 2011 Successivo 22-23 ottobre 2011 - Risultati gare e Foto

11 commenti su “23-10-2011 – Staffetta Duathlon al Brinzio

  1. Francesca il said:

    Bellissimo il ricordo di Simoncelli col paragone delle foglie. Dalla prima all’ultima parola traspare la bellissima persona che sei

  2. Mario "CorsAmica" il said:

    Concordo con Francesca in tutto e pertutto e forse snche di più! Grazie ancora e ancora per il bellissimo regalo che mi hai fatto correndo con me!

  3. Luca il said:

    Bellissima giornata di sport e divertimento peccato rovinata da quella brutta notizia che poi con il tempo abbiamo appreso tutti! Sulla gara di oggi io faccio i complimenti al mio socio Maurizio rachelli per l undicesimo posto assoluto che abbiamo raggiunto ieri!!ciaoo

  4. alberto raimondi il said:

    Matteo tutti sanno quanto sei forte nella corsa e quanto sei una bravissima persona e ieri fermandoti ad aiutare quella ragazza “guadagnando” un paio di minuti hai dimostrato se ce ne fosse ancora bisogno che sei veramente il N°1 !!!!! GRANDE MATTEOOOOO

  5. simone.luciani il said:

    bellissimo il tuo saluto velato al mitico Sic. Uno sportivo incredibile.

    Spero di vederti presto sullo stesso percorso di gara per scambiare qualche emozione.

    A presto

  6. katia il said:

    un commento che non ha bisogno di…commenti! condivido le emozioni, essendo ritornata a correre il duathlon di Brinzio da singola dopo tanti anni (allora era a maggio e ad ottobre il triathlon con skiroll)e senza allenamento in mtb. Bellissima occasione per riabbracciare amici.

  7. matteoraimondi il said:

    Grazie Francesca e Marco 🙂
    Grazie Mario, è stato un onore correre con te.
    Luca, Maurizio mi ha detto la bravissima persona che sei!
    Dai Alberto che il prossimo anno ti rifarai alla grande.
    Grazie Paolo e Simone, vi aspetto sui campi da gara!
    Complimenti Kate per la vittoria!

  8. Silvia il said:

    Ero triste per la scomparsa di Simoncelli. Ma leggendo il tuo commento vedo un po’ di lui in te. La sua grande umanità, il suo sorriso per tutti, la sua follia, la grinta in gara mescolata al rispetto e all’amicizia degli avversari, la voglia di scherzare, sempre, non mollare mai, sempre in piega. Grazie

Lascia un commento