3 aprile 2011 – Secondo a Varese

L’istante in cui suona la sveglia è tra quelli più traumatici sopratutto se le ore di sonno trascorse si possono contare sulle dita di una mano saltandone una o due. Eppure c’è sempre un certo interesse nell’assistere alla lotta che avviene tra il corpo che reclama ancora un po’ di riposo e la mente che invece suggerisce, anzi impone ragioni per alzarsi.

Erano le 6.15 quando passai dal sonno alla realtà ma mi convinsi ad alzarmi solo alle 7.00. Colazione e poi decidere dove andare a gareggiare. In questa domenica erano molte le possibilità ma dal momento che dovevo tornare a casa il prima possibile per andare a lavorare la scelta cadeva solo su tre opzioni: Novara, Uboldo e Varese. Le prime due gare le conoscevo già perchè le avevo corse e vinte l’anno scorso. Allora, per vedere strade nuove e per rincontrare tanti amici del Piede d’Oro, alzai le vele verso Varese dove mi attendeva una 10 km tutta su e giù.

Alle 9.00 si parte dalla Schiranna di Varese ed è subito salita su asfalto. Il gruppo è compatto capitanato nel primo tratto da Larice e Lucca. Attorno a me vedo tanti amici tra cui i compagni di squadra Antonio Vasi, Emanuele Angotzi, Maurizio Rachelli ed Elisa Masciocchi più Beppe Bollini, i fratelli Argoub, Ivan Breda, Alberto Podestà, Stefano De Muru, Pasquale Razionale, gli amici del Parabiago, del Casorate, del Marathon Max ecc… L’andatura è abbastanza controllata ma già dopo 1 km il gruppo inizia ad allungarsi. Al 2° km la strada continua a salire e siamo rimasti in 5 davanti: Ivan Breda (Pro Sesto Atl), Salah Argoub (Atl. Gavirate), Gianluca Bello (Cus Dei Laghi), Alberto Podestà (Cus dei Laghi) ed io. Il ritmo ha iniziato ad alzarsi sotto le prime spinte di Breda e Podestà. Al 4° km termina la prima salitona di giornata ed inizia la discesa. Siamo rimasti in 4 con il giovane Gianluca Bello che ha perso un po’ di terreno. Terreno che invece Ivan Breda “il terribile” non si fa scappare sotto i piedi ed inizia la discesa a tutta. L’atleta del marocco e Podestà gli si francobollano alle spalle mentre io inizio a perdere terreno. Ma Alberto Podestà paga da subito lo sforzo e per problemi di respirazione deve rallentare il ritmo.

Ora la discesa si fa impegnativa. Nei tratti ripidi perdo terreno dal tandem di testa mentre nei tratti pianeggianti ricucisco un po’ lo strappo. Al 7° km si ritorna a salire e qui sono più a mio agio. Ho uno svantaggio di 100m da Breda e Argoub ma dalla mia ho nelle gambe un bel lavoro di solo 2 giorni prima (salita al chiusarella con variante per il sentierino Rasa-Pian Valdes) che nonostante mi abbia lasciato un po’ di gambe pesanti mi da una carica in più. Raggiungo e supero Salah Argoub e mi lancio alla caccia di Breda. Manca poco allo scollinamento ed ecco la bella sorpresa di Mario Busnelli intento a fotografarci durante il suo allenamento in bici. Lo saluto mentre lui mi incita a riprendere Ivan. E l’aggancio viene quasi completato. Allo scollinamento ho solo 10 m da Breda. Ma inizia la discesa. 1 km fino all’arrivo. Provo ugualmente a ritornare sotto ma Ivan ha un altro passo. Inoltre inizio a respirare male, facendo un baccano assurdo… forse son ancora i rimasugli delle bronchiti invernali. Meglio non rischiare! Rallento un po’ il passo per poi riavvicinarmi ad Ivan negli ultimi 300m pianeggianti. Alla fine termino 2° a 15″ dall’amico Ivan.

Ecco la classifica (9,330 km GPS):

UOMINI: 1° Ivan Breda (Pro Sesto Atl.) 32’54”, 2° Matteo Raimondi (Atletica Palzola) 33’08”, 3° Salah Argoub (Atletica Gavirate) 33’30”, 4° Gianluca Bello (Cus dei Laghi) 33’48”, 5° Rachid Argoub (Atletica 3V) 34’02”, 6° Alberto Larice (PP Bustese) 34’06”, 7° Stefano De Muru (GS Montestella) 34’13”, 8° Antonio Vasi (Atl. Palzola) 34’18”, 9° Maurizio Mora (Runners Varese) 34’23”, 10° Roberto Macchi 34’41”.

DONNE: 1° Elisa Masciocchi (Atl. Palzola) 38’55”, 2° Cinzia Passera (Runners Valbossa) 39’57”, 3° Elisabetta Di Gregorio (Runners Valbossa) 40’31”, 4° Cinzia Lischetti (Marathon Max) 41’32”, 5° Emanuela Fossa (Atl. Casorate) 41’43”, 6° Rita Grisotto (Runners Valbossa) 42’38”, 7° Monica Mele (CBS Andrea) 43’11”, 8° Francesca Barone (Atl. Casorate) 43’31”, 9° Cristina Grassi (Atl. Ghepardo) 45’12”, 10° Vera Veronelli (Seprio Running) 46’13”.

Ecco la CLASSIFICA COMPLETA DI TAPPA e quella GENERALE del Piede d’Oro dopo le prime 7 prove. Ci sono anche i bei commenti di Play Beppe (oggi 12° davanti al compagno di squadra Lele Angotzi) e di Omar Spoti. Numerose le foto di CorsAmica e AndòCorri.

Foto dall’alto: passaggio all’8° km (by Mario Busnelli), arrivo e podio (by AndòCorri)

 

Questo post è stato letto 1636 volte!

Precedente Dove correre il 3 aprile 2011 Successivo 5° Mezza dei Boschi di Uboldo

Lascia un commento