Ritmo

E’ semplice correre. Lo sanno fare anche i bambini che scappano seminudi a destra e sinistra per non farsi cambiare il pannolone. Corrono senza scarpe ai piedi, senza maglietta traspirante al petto. Eppure corrono, ridono e non si fanno male.

Lo sanno fare anche gli animali, ognuno alla sua andatura. Guarda il tuo cane appena sente odore di libertà. Lo sa fare il cinghiale del bosco, lo sa fare il merlo nel cielo.

Si tratta di assecondarne il ritmo. Un due tre, un due tre. Come un valzer e tutto vien da se. Io è poco più di un mese che ho ripreso a sentirne il ritmo, che ho ripreso a gareggiare. A fine aprile Parabiago, poi altre serali qua e là, poi la staffetta di Samarate, domenica mattina il Barro Trail di Invorio e ieri sera la serale di Galliate per i bimbi di Nonnoboi

Alza la gamba, sposta la gamba, abbassa la gamba. Poi lo ripeti dall’altra parte. E’ tutto un Bum bum, Bum bum, Bum bum. La strada come tamburo, i piedi come bacchette. E lo spartito te lo scegli al momento tanto poi è il vento che ti gira la pagina quando piace a lui

Questo post è stato letto 1428 volte!

    Precedente Giro Varesotto 2017 - Castelletto Ticino Successivo Io Non Corro Solo - 5 mesi e la sfida continua

    One thought on “Ritmo

    Lascia un commento