Crea sito
 
Giu 29
Piede d’Oro Arcisate 2016 – Video
Posted by matteoraimondi in Video on 06 29th, 2016| icon3No Comments »

Read the rest of this entry »

Giu 29
Biella – Oropa – Monte Camino 2016 – Video
Posted by matteoraimondi in Video on 06 29th, 2016| icon3No Comments »

Read the rest of this entry »

Giu 28
Dove correre 29 giugno – 10 luglio
Posted by matteoraimondi in Appuntamenti on 06 28th, 2016| icon3No Comments »

Le gare in programma dal 29 giugno a domenica 10 luglio 2016. Altro sul sito dei VOLANTINI GARE e su BLA BLA RUNNING

Dove 29 a

Dove 29 b

Dove 29 c

Logo Volantini Gare

Read the rest of this entry »

Giu 25
Serale di Casale Litta (VA)
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 06 25th, 2016| icon3No Comments »

Maurone, Matteo & Beppe[6]Tutti gli alberi hanno due serie di rami, quelli che guardano verso il cielo con le foglie aperte alle stelle e alle nuvole bianche e quelli che si nascondono verso il basso, contorcendosi nella terra il più profondamente possibile mescolandosi con lombrichi e talpe. Ogni tanto però qualche ramo di sotto picchia contro una roccia dura ritrovandosi controvoglia a guardar il cielo.

Fai piano cretino!” gridò uno di essi uscito da poco dalla terra. Io ci avevo appena messo sopra il piede passando veloce di corsa. Ero andato in fuga da poco dopo una bella lotta iniziale con l’amico Beppe. Alla prima salitella avevo aumentato il ritmo per poi tuffarmi in discesa tra sassi e radici sporgenti.

Scusa non ti avevo visto… beh si, ti avevo visto ma non pensavo…

E quando mai un sopraterra pensa. Credete di sapere tutto voi mentre noi qua sotto ci facciamo due rami così per nutrire quelle là!” disse la radice sporgente indicando le verdi foglie illuminate dall’ultimo sole d’estate.  Erano i primi giorni di calura estiva e anche le foglie ne risentivano afflosciandosi su se stesse.

Un poco di calore e guardale! Quante storie…” Poi si inarcò cercando di scrollarsi di dosso un cumulo di terra senza però riuscirci. “Senti un po’ tu, già che sei qui a dar fastidio fammi un piacere. Spostami un poco questa roba da dosso. Non tanto, solo un poco“. “Così va bene?” Si grazie. Ora smamma però!

Ma se vuoi posso spostarti anche quel sasso che ti ha fatto uscire dal terreno.” La radice ci pensò un attimo. “Non stavi correndo tu?” Guardo indietro e il Beppe si sta avvicinando in compagnia del Maurone e di Manuel. “Ci metto poco sai“. “No no… lascia stare. Fatti la tua gara.” Così dice lui e così faccio io riprendendo a correre.

Ma la notte ci ripenso e non mi quadra niente. La mattina dopo ritorno là correndo. “Ciao“, questa volta sto bene attento a non calpestare la radice. “Oh cavolo!” esclama la radice sorpresa. E’ mezza incastrata sotto il sasso che l’aveva gettata fuori dal terreno. “Che stai facendo?” gli chiedo. “Se me lo dicevi ieri ti avrei aiutato e rinfilarti sotto“.

La radice non rispose subito. “Ieri era ieri“.

Ti do una mano?

Si dai“, cedette poi. Sposto il sasso e la radice velocemente si rinfila sotto. “Sai cosè?” mi dice poco prima di sparire in profondità. “Non avevo idea di quanto fossero luminose le stelle. Quell’accumulo di terra me ne aveva sempre ostruito la vista fino a ieri sera.

E allora perchè vuoi già ritornar sotto?

Perchè ora ne conosco il motivo.” “Di cosa?” chiedo io confuso

Del mio lavoro la sotto. Sai, si è nella terra, si suda, si scava, si è nascosti, ma si da nutrimento ai rami di sopra. Se ciò non facessi non esisterebbero ne foglie, ne fiori, ne frutti. E allora… per chi splenderebbero le stelle?

CLASSIFICA

UOMINI: 1° Matteo Raimondi, 2° Mauro Toniolo, 3° Giuseppe Bollini, 4° Manuel Beltrami, 5° Stefano Rinaldi, 6° Alì Ahouate, 7° Daniele Ravelli, 8° Andrea Tersigni, 9° Stefano Bordanzi, 10° Massimo Reghenzani, 11° Virgilio Rega, 12° Fabio Bottiani, 13° Massimo Scalercio, 14° Luca Secco, 15° Paolo Negretto

DONNE: 1° Sabina Ambrosetti, 2° Stefania Magnoni, 3° Silvia Macchiella, 4° Monica Grisotto, 5° Gilda Pesenti, 6° Cristina Liporace, 7° Catiuscia Caredù, 8° Federica Caporali, 9° Marilena Cosma, 10° Tiziana Pranzetti, 11° Roberta Bottani

Articolo di PlayBeppe e Raffaele Nastari

Foto: podio by Beppe Bollini. Sotto il video di Claudio Zanini

Giu 20
Marchirolo – 8° I tre Campanili
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 06 20th, 2016| icon32 Comments »

13472402_1272839879392928_107221344_nTempo d’estate, tempo di corsa in montagna. Terminate le sparate del Giro del Varesotto ho proprio voglia di salire e scendere per sentieri incominciando proprio da questa domenica. Nelle vicinanze (visto che poi dovevo scappare al lavoro) erano in programma due gare di corsa in montagna: la Corsa in Trincea di Cassano Valcuvia (VA) e la Tre Campanili di Marchirolo (VA).

Scelgo Marchirolo dove nelle edizioni passate avevano già partecipato e vinto gli specialisti di montagna Ponti, Proserpio, Lucchina, Toniolo, Mora e Domenico Maddalena.

Il percorso è veramente ben disegnato con una prima parte di 3,5 km su e giù in un toboga ricavato dalle vie strette del paesino per poi, ripassati sotto l’arco di partenza, arrampicarsi sui sentieri per 400 m di dislivello fino al punto più alto della gara. Arrivati lassù ci si rituffa giù fino all’arrivo. 8,7 km il totale.

Allo sparo mi metto davanti spingendo un poco e gustandomi il divertimento del tracciato. Scendi, sali, gira, tra viette, cortili ed imbuti. Provo ad avvantaggiarmi un poco sapendo che poi nella salita perderò terreno. Alle spalle, staccato di una decina di secondi, sento i passi dell’amico Domenico Maddalena già vincitore dell’edizione passata. Poco più indietro Davide Santambrogio.

Al 3° km e mezzo passo sotto l’arco d’arrivo. Sento Mario Paonessa, l’organizzatore della gara, dirmi che il divertimento inizia ora. Decido di prenderlo come un incitamento. Salita verso la chiesa dove incontro mio papà che mi dice di non stancarmi troppo (lo prendo come un consiglio) ed ecco la prima rampa di cemento che nel giro di 2 km ci avrebbe portato su di 400m di dislivello. Accorcio il passo, aumento la frequenza ed inizio a salire.

Ben presto il cemento lascia il passo ad un sentiero ciottoloso dove la pendenza aumenta ancora. L’acqua dei giorni passati vi passa in mezzo. Qui sento Domenico che mi raggiunge camminando a grandi passi con le mani sulle ginocchia. “Fai il passo dell’alpino che salirai meglio”, mi suggerisce. Ma non avendo tanta potenza nelle cosce preferisco salire col mio passettino di corsa per non imballarmi.

Mi metto a sua ruota staccato di 10 m  e continuiamo a salire. Nei tratti più duri provo anche io a camminare ma per la mia prima corsa in salita dell’anno è controproducente e riprendo a corricchiare saltando da un sasso all’altro e cercando il terreno asciutto sulle foglie morte a bordosentiero.

Ad un bivio si gira a sinistra lungo un sentiero ancora più pendente. Lo scollinamento non è molto lontano. A breve si incontra anche un cartello con scritto “Località San Paolo a 100m” dove è posto il GPM. Maddalena aumenta in questo tratto mentre io mi incarto un po’ arrivando nel piazzale della chiesetta con circa 20-30″ di distacco. Prendo un bicchiere d’acqua, bevo un sorso e mi getto su un altro sentiero. Inizia la discesa.

Ci avevano avvertito che il primo km di discesa sarebbe stato pericoloso con tratti ripidi pieno di sassi, rocce bagnate e tanta acqua. Nei primi cento metri mi sembra corribile e mi butto per poi rallentare e continuare con cautela nel tratto pericoloso che termina con un’altra salitella di 200 m che affronto in spinta sapendo che poi sarà solo discesa.

Sorpasso il piccolo scollinamento e mi getto sul sentiero ripido correndo forte. Ci provo, spingerò fino a quando rivedrò in lontananza la maglia di Maddalena tra i rami del bosco e poi, se la vedrò, spingerò ancora di più per riprenderlo. Perso nei miei pensiero vedo le gambe mulinare veloci. In teoria ho un ginocchio malandato ma in discesa, sopratutto ripide, mi son sempre trovato a mio agio forse perchè non ho paura di cadere e riesco a “sentire” fin dove il piede riesce a tenere. In passato, alcuni anni fa, ero anche caduto durante una gara in montagna a Verbania atterrando di schiena il tornante sotto. Ma si dimentica in fretta.

Verso la fine della discesa intravvedo tra i rami la sagoma di Domenico. Spingo ancora per poi, di colpo, ritrovarmelo dietro una curva davanti a me a solo 30 m. Mi avrebbe poi detto che girandosi indietro e non vedendo nessuno aveva diminuito un po’ il ritmo per non rischiare troppo. Ma ormai la discesa è finita e nel tratto su prato in piano lo riaggancio. Mancano 500 m all’arrivo. Il sentiero ci rigetta sull’asfalto. Lo affianco e ci incoraggiamo a vicenda. Apro la falcata e spingo nell’ultimo tratto tra le viette ed i portici di Marchirolo fin sotto l’arco sentendo sempre alle spalle, poco lontano, i passi di un grande Domenico Maddalena che se non si fosse voltato nell’ultimo tratto di discesa sarebbe arrivato prima lui.

CLASSIFICA:

UOMINI: 1° Matteo Raimondi (Atl. Palzola), 2° Domenico Maddalena (Atl. Verbano), 3° Davide Santambrogio (Atl. Verbano), 4° Francesco Piccinelli (Atl. Verbano), 5° Virgilio Rega (Atl. Verbano)

DONNE: 1° Cristina Clerici (Gs Villaguardia), 2° Raffaella Poroli (Atl. Verbano), 3° Erika Stefano (Cunardo)

Foto: premiazione by Fabrizio Luglio

Giu 17
Giro del Varesotto – Ultima tappa Casorate
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 06 17th, 2016| icon3No Comments »

p1938369815-o257249290-5Mi stavo scaldando lungo i sentieri del bosco. L’aria era fresca da sera d’estate. A breve sarebbe partita la sesta ed ultima tappa del Giro Podistico del Varesotto 2016. In classifica generale ero ormai 5° con un buon vantaggio sul 6° e senza possibilità di raggiungere chi mi stava davanti nella lotta per il podio. Quindi nessun’ansia da prestazione e totale tranquillità godendomi il silenzio del bosco in perfetta solitudine e lontano da tutti. A dire il vero mi balenò anche  l’idea di continuare a correre lungo i nascosti sentieri rispuntando fuori solo al termine della gara ma poi cambiai idea e all’ultimo ritornai nel frastuono della festa giusto in tempo per fare due allunghi e per rispondere alla chiamata sotto l’arco di partenza.

Allo sparo l’attenzione di tutti era rivolta verso chi avrebbe conquistato l’ultimo posto libero sul podio. Se il trono era ormai occupato saldamente da Soffientini con Bianco a far da spalla al secondo posto, tutta un’altra storia valeva per il gradino più basso. Solo 3 secondi e mezzo dividevano infatti i miei due compagni di squadra Marco Brambilla e Antonio Vasi che nelle ultime tappe avevano inscenato una lotta fra titani a suon di muscoli, grinta e decimi di secondo.

Avrei voluto documentare la battaglia col telefonino ma per fortuna me lo ero dimenticato in macchina dal momento p2105037166-o257249290-5che dopo 1 km e mezzo già mi stavo staccando dal gruppetto di testa. A distanza di qualche metro però le scintille si notavano ugualmente. Vasi prova e riprova ma ad ogni attacco Brambilla rispondeva da padrone del Giro. Lo scontro continuò anche quando Soffientini e Bianco si avvantaggiarono di qualche metro involandosi mano nella mano a tagliare a pari merito il traguardo.

Ormai li intravedevo appena lungo il rettilineo finale. Vasi riprova ma Brambilla risponde attaccando lui stesso all’ingresso della pista ed involandosi verso il suo 13° podio in 18 edizioni del Giro. Complimenti a tutti e due!

Io chiudo 6° alle spalle di Andrea Erario terminando il mio Giro in 5° posizione e 1° di categoria

Tra le donne invece dopo 5 tappe dominate dalla compagna di squadra Claudia Gelsomino, che all’ultima tappa ha dovuto lasciare per impegni, è Sabina Ambrosetti a prendere in consegna lo scettro aggiudicandosi così il suo secondo Giro in carriera

CLASSIFICA DI TAPPA

CLASSIFICA GENERALE dopo le 6 tappe

UOMINI: 1° Andrea Soffientini, 2° Stefano Bianco, 3° Marco Brambilla, 4° Antonio Vasi, 5° Matteo Raimondi, 6° Federico Sinigaglia, 7° Nicola Borlin, 8° Stefano Castagna, 9° Maurizio Brassini, 10° Umberto Porrini

DONNE: 1° Sabina Ambrosetti, 2° Marta Latino, 3° Cinzia Lischetti, 4° Lorella Atzeni, 5° Marta Dani, 6° Simona Lo Cane, 7° Alessia Rullo, 8° Alessia Crivellaro, 9° Laura Casagrande, 10° Erica Pampagnin

CLASSIFICA GENERALE, CLASSIFICCHE DI CATEGORIA, TUTTE LE CLASSIFICHE. FOTO della tappa di Arturo Barbieri e Articolo di Antonio Puricelli

Statistiche aggiornate del GIRO DEL VARESOTTO STORY

Foto: Classifica di categoria con gli amici Stefano Castagna ed Umberto Porrini

Giu 14
Maratonina di Biella 2016 – Video
Posted by matteoraimondi in Video on 06 14th, 2016| icon31 Comment »

Read the rest of this entry »

Giu 14
Piede d’Oro Mornago – Video
Posted by matteoraimondi in Video on 06 14th, 2016| icon3No Comments »

Read the rest of this entry »

Giu 7
Classifica Top Piede d’Oro 2016
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 06 7th, 2016| icon3No Comments »

top piede d'oroDopo le prime 4 tappe del TOP PIEDE D’ORO ecco la classifica stilata da Ferdinando Mignani:

CLASSIFICA MASCHILE: 1-Giuseppe Bollini 2h13’36”; 2-Andrea Zucchiatti 2h20’42”; 3-Luca Granfo 2h21’22”; 4-Stefano Bordanzi 2h23’09”; 5-Carlo Ingrassia 2h23’35”; 6-Tiziano Crisci 2h23’45”; 7-Giuseppe Duchini 2h25’17”; 8-Daniele Ravelli 2h26’15”; 9- Maurizio Franchi 2h27’14”; 10-Stefano Caruso 2h27’24”

CLASSIFICA FEMMINILE: 1-Rosanna Urso 2h34’40”; 2-Eugenia Giorgia Vasconi 2h38’11”; 3-Elena Soffia 3h06’21”; 4-Barbara Pierini 3h07’21”; 5-Cinzia Menegon 3h21’08”; 6-Sabrina Gussoni 3h25’04”; 7-Mariangela Soma 3h27’41”; 8-Sarah Ottini 3h28’16”; 9-Sofia Barbetta 3h31’01”; 10-Grazia Brotto 3h32’13”

CALENDARIO TOP PDO 16 e TEAM TOP PDO
1-28/02/16. VARESE. 8500M
2-20/03/16. VOLTORRE. 10000M
3-17/04/16. GAZZADA SCHIANNO 9000M
4-08/05/16. CASTIGLIONE OLONA 9200M
5-12/06/16. MORNAGO. 9300M
6-03/07/16. SAMARATE. 10000M
7-18/09/16. MERCALLO. 9500M
8-09/10/16. CAVARIA CON PREMEZZO. 15800M

Read the rest of this entry »

Giu 7
Correre nel Vento – Libro di Stefano Frascoli
Posted by matteoraimondi in Libri on 06 7th, 2016| icon3No Comments »

correre nel vento racconti di atletica leggeraDomenica 19 giugno alle ore 21.00 presso il Cinema Teatro Moderno di Binago (CO) l’amico Stefano Frascoli presenterà il suo nuovo libro CORRERE NEL VENTO – racconti di atletica leggera

Correre nel vento è una raccolta di 46 racconti brevi che parlano di emozioni, sensazioni, sfide e passioni che circondano il meraviglioso mondo dell’atletica leggera

Queste storie si addentrano nel profondo dei sentimenti e dell’animo dei runners, da cui nasce la loro primordiale vocazione.

Si tratta di un’opera suddivisa in quattro capitoli di modo che la narrazione, pagina dopo pagina, sempre più intensa e coinvolgente, proprio come le frazioni di un 800 m piani.

I protagonisti non sono dunque campioni, bensì atleti ‘normali’ che si raccontano in questo libro e mettono in luce la realtà di un mondo fantastico e ancora in parte inesplorato: il mondo della corsa.

Prefazione di Giordano Benedetti, campione italiano sugli 800 m

Durante tale presentazione interverranno due atleti del calibro di Jacopo Peron e Mattia Moretti, campioni degli ottocento metri che hanno vestito la maglia della Nazionali e, al termine, seguirà un rinfresco.

Per informazioni contattare il numero 333 8586743

Giu 7
Maratona della Valle Intrasca 2016 – Video
Posted by matteoraimondi in Video on 06 7th, 2016| icon3No Comments »

Read the rest of this entry »

Giu 7
Due Santuari Running 2016 – Video
Posted by matteoraimondi in Video on 06 7th, 2016| icon3No Comments »

Read the rest of this entry »

Giu 7
Piede d’Oro Azzate 2016 – Il Video
Posted by matteoraimondi in Video on 06 7th, 2016| icon3No Comments »

Read the rest of this entry »

Giu 5
12×1 ora a Busto Arsizio
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 06 5th, 2016| icon32 Comments »

p2063421917-o257249290-5Giovedì 2 giugno 2016 nella pista di atletica di Busto Arsizio (VA) si è corsa la 12×1 ora intitolata a Peppino Castiglioni.

16 staffette da 12 atleti ciascuna a darsi il cambio, a provare a battersi ma sopratutto a provare, tutti insieme, a fare il maggior numero di km. Infatti ogni km percorso sarebbe stato trasformato in euro a favore di AIAS per il G-Eo (macchinario che consente di camminare anche a chi non è mai stato in posizione eretta). E di km ne sono stati percorsi 2338 per 2338 € donati in beneficenza!

Io giravo in pista da quasi mezzora. Ero già stanco ma provavo ugualmente ad aumentare un po’ il ritmo scrutando ad ogni giro il tabellone cronometrico. Guardavo solo i secondi perchè dei minuti avevo paura. Li osservavo scorrere ed ogni volta dovevano scendere e mai salire. Mi ero imposto questo per occupare la mente. Perchè un’ora bisognava correre e non importava se camminavi, se tarellavi o ti fermavi, sempre un’ora dovevi stare in pista. Tanto valeva aumentare il passo ad ogni 400m

La prima frazione per la mia squadra l’aveva corsa Bruno Bonicalzi. Eravamo ” Gli Azzoppati“, la squadra creata da Marco Maschietto e Marta Lualdi arruolando tutti gli ex azzoppati passati sotto le loro mani nello Studio Fisio kinesi.

Alle dieci in punto Bruno mi aveva dato il cambio. Alle undici in punto avrei dovuto passare il testimone ad Angelo Fravolini. Roba da gente precisa di quelli che non ritardano mai ad un appuntamento. Io preciso non lo sono ma per fortuna c’era il grosso cronometro sotto l’arrivo a scandire i secondi ed il tifo di tutti i presenti.

Nell’ultimo quarto d’ora aumento ancora un po’ il ritmo completando l’ora in 16,4 km. Erano tre anni che non ne correvo una e son contento del risultato. Do il cambio ad Angelo che parte per la sua ora. Poi sarà il turno di Pino Todisco, Elena Costantini, Alberto Trabucchi, Elena Cazzani, Paola Colombo, Paolo Croce, Monica Cirasella, Vittorio Rizzetto, Elena Lualdi.

Al termine delle 12 ore concludiamo in 8° posizione che da “Azzoppati” è tanta roba 🙂 Primi arrivano gli amici della CardAtletica

CLASSIFICA:

1° CardAtletica 183 km, 2° San Marcio Maschile 166 km, 3° Par Canegrate 164 km, 8° Gli Azzoppati 147 km

CLASSIFICHEFOTO di Arturo Barbieri e Articolo su Criterium Varese

Read the rest of this entry »

Giu 4
Io Non Corro Solo – 50.000 km
Posted by matteoraimondi in Beneficenza on 06 4th, 2016| icon3No Comments »

Io non corro solo altro logoL’iniziativa di beneficenza IO NON CORRO SOLO prosegue a suon di km.

Nei primi 5 mesi dell’anno avete superato i 56.000 km e a breve abbatterete il muro delle 20.000 vasche nuotate e dei 10.000 km pedalati. Senza scordare le 125 ore di ballo, i 154 goal segnati, i 171 canestri realizzati ed i km scivolati su pattini (68 km), su skiroll (470 km) e sugli sci di fondo (2800 km)

5 centesimi donati in beneficenza per ogni km percorso durante la vostra passione sportiva. E’ tutto qua, semplice ed efficace. E fino ad ora siete in 94 ad aver accettato la sfida!

Per saperne di più e per aderire vi rimando al SITO dell’iniziativa

Qui sotto le 34 associazioni che chi ha aderito ha deciso di sostenere

Pime Milano homeMISSIONARI PIME MILANO – sono laici e religiosi che si occupano tra le altre cose di adozioni a distanza, costruzione di pozzi d’acqua e tanti altri progetti concreti a favore della gente che vive nelle loro comunità
CORRONO PER LORO:
Matteo R: 1211 km
Mario Digiovanni: 760 km

Humanitas homeHUMANITAS è un ospedale policlinico ad alta specializzazione, centro di Ricerca (IRCCS) e sede di insegnamento universitario
CORRONO PER LORO:
Alberto Mosca: 2138 km

opera san francesco homeOPERA SAN FRANCESCO MILANO – offre ai poveri assistenza gratuita e accoglienza
CORRONO PER LORO:
Francesco (sui km di Matteo R): 1211 km
Gabriele Villa (1€ x goal calcetto): 154 goal
Laura Rossi: 621 km
Pasquale Prandi (sui km di Matteo R): 1211 km

Associazione Andrea Valentini homeASSOCIAZIONE ANDREA VALENTINI – In ricordo del piccolo Andrea, aiuta in modo generoso e gratuiti altri bambini
CORRONO PER LORO:
Alessandro Marcandalli: 570 km
Andrea Rivolta (corsa, bici, camminata): 456 km

Quelli del Sabato homeQUELLI DEL SABATO – Associazione di volontariato a favore di ragazzi diversamente abili
CORRONO PER LORO:
Simone Apostolo: 710 km
Alessandra D’Urso:
Sabrina Bruno:

actionaid homeACTIONAID – ActionAid è un’organizzazione internazionale indipendente impegnata nella lotta alle cause della fame nel mondo, della povertà e dell’esclusione sociale
CORRONO PER LORO:
Giuseppe Digesto: 1342 km

una onlus homeUNA – Associazione Genitori Oncologia Pediatrica Milano. Vincere il cancro per un bambino non e’ un gioco
CORRONO PER LORO:
Alessio Ravelli: 969 km corsa + 850 km bici (0,01€ x km) + 6200 vasche (0,01€ x vasca)
Mattia Pirotti: 604 km

il ponte del sorriso homeIL PONTE DEL SORRISO ONLUS si propone di sostenere la realizzazione di un ospedale materno infantile, dove sorrisi, colori, spazi vivaci, attenzione, giochi, calore sono le parole chiave per accogliere mamme, neonati, bambini e adolescenti.
CORRONO PER LORO:
Noemi Ippolito (cammino): 328 km
Daniela:
Andrea:

fondazione faro homeFONDAZIONE FARO ONLUS – Offre assistenza gratuita, a casa e in Hospice, agli ammalati affetti da malattie cronico-degenerative e bisognosi di cure palliative
CORRONO PER LORO:
Massimiliano Staltari: 271 km

unicef homeUNICEF è l’agenzia delle Nazioni Unite per la tutela dei diritti e delle condizioni di vita dei bambini e delle bambine in tutto il mondo.
CORRONO PER LORO:
Lion Muller: 739 km corsa + 4620 vasche (0,01€ x vasca)
Sergio Belli: 152 km + nuoto (1€ x km)
Giuseppe (camminando): 138 km
Elena C: 860 km
Samuel Oldani: 345 km
Luca Moleri: 688 km

aism homeAISM, l’associazione Italiana Sclerosi multipla. Per un mondo libero dalla SM
CORRONO PER LORO:
Alberto Ballabio (in compagnia del suo cane Zack): 920 km
Cristina Vitale: 429 km (420 corsa + 9 nuoto)

Forma Onlus piccoloFORMA ONLUS TORINO è la Fondazione dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino. La Fondazione è nata nel 2005 dalla volontà di un gruppo di famiglie di aiutare l’Ospedale, coinvolgendo gli amici e poi gli amici degli amici, per renderlo più a misura di bambino
CORRONO PER LORO:
Paolo Fulchiero: 594 km

Save The Children homeSAVE THE CHILDREN – Adotta anche tu un bambino a distanza. Bastano 80 centesimi al giorno, il costo di un caffè. Due vite cambiano per sempre… una è la tua!
CORRONO PER LORO:
Salvatore Gross: 1130 km + 2.800 km sci di fondo + 470 skiroll
Gabriel (0,05€ x canestro): 171 canestri
Silvia Colombo: 200 km
Paola L (sui km di Matteo R): 1211 km

bambini cardiopatici nel mondo homeBAMBINI CARDIOPATICI NEL MONDO – Organizzazione non profit laica e indipendente, che opera nei Paesi in difficoltà per dare una speranza di vita ai bambini malati di cuore.
CORRONO PER LORO:
Maria Ferrari (0.01 € per ogni vasca): 7.450 vasche

emergency homeEMERGENCY l’associazione italiana nata nel 1994 per offrire cure medico-chirurgiche gratuite alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà
CORRONO PER LORO:
Igor Donati: 327 km
Gaia Valeri (pattini in linea): 68 km
Andre Martin: 520 km
Francesco Bianchi: 248 km

amib homeAMIB Onlus, assistenza ai minori in Brasile
CORRONO PER LORO:
Paolo P (0.01 € per ogni km in bici): 8.200 km

admo homeADMO – Associazioni Donatori Midollo Osseo
CORRONO PER LORO:
Andrea21K: 1878 km
Luisa Gentile (sui km di Andrea21K): 1878 km
Rosario Gentile (sui km di Andrea21K): 1878 km

caritas homeCARITAS AMBROSIANA – Organismo pastorale istituito dall’Arcivescovo al fine di promuovere la testimonianza della carità
CORRONO PER LORO:
La Pila: 170 km

fondazione per la vita claudia morcelli homeFONDAZIONE PER LA VITA CLAUDIA MORCELLI
CORRONO PER LORO:
Raffaele Rudoni: 692 km

Ail homeAIL – L’associazione Italiana contro le Leucemie – Linfomi e Mieloma
CORRONO PER LORO:
Alice Clerici: 186 km

aisla homeAISLA ONLUS, l’associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica per la cura dei malati di SLA
CORRONO PER LORO:
Gianni Colombo: 378 km

Sport2Build homeSPORT 2 BUILD è una, nuova, indipendente, organizzazione apolitica italiana, che lavora per migliorare e rafforzare i giovani e i bambini meno privilegiati usando lo sport come strumento di cambiamento di comportamenti e società
CORRONO PER LORO:
Giovanni Pessina: 971 km
Fiona Hunter: 971 km
Maria M (sui km di Giovanni Pessina): 971 km

Associazione Bianca GaravagliaL’ASSOCIAZIONE BIANCA GARAVAGLIA ONLUS sostiene le iniziative nel campo dei tumori infantili
CORRONO PER LORO:
Noemi e Rosario Barbarotto:
Marco Clivio:
Omar Spoti: 234 km
Elia Pietro Spoti: 11 km

Insieme ad andrea si puòINSIEME AD ANDREA SI PUO’ ONLUS – L’Associazione contro le leucemie infantili nata per ricordare la prematura scomparsa Andrea. La finalità che si propone l’associazione è quella di contribuire nel ricordo di Andrea a sostenere la ricerca e gli studi volti alle cure e delle leucemie infantili presso l’ospedale S.Gerardo di Monza
CORRONO PER LORO:
Riccardo Luccherini:
Andrea Sangalli: 595 km
Roberta Tondini: 250 km
Salvatore Fanelli: 108 km

Care4cina homeCARE4TINA è una onlus olandese che si reca ogni anno a Xi’an (Cina) per operare bambini affetti da labiopalatoschisi
CORRONO PER LORO:
Lucia S: 255 km
Fabio B: 441 km

fondazione meyer homeFONDAZIONE MEYER, l’ospedale dei bambini a Firenze. La Fondazione lavora per migliorare la qualità del soggiorno del bambino in Ospedale
CORRONO PER LORO:
Sergio Belli: 152 km + nuoto (1€ x km)

progetto rebecca 5PROGETTO REBECCA – Progetti di aiuto e sostegno per i bambini dell’Italia, dell’India e del Vco in memoria e col sorriso della piccola Beky
CORRONO PER LORO:
Stefano Giacomello:
Scuola di ballo “Time to Dance Asd”
(0,50€ x ogni ora di ballo): 125 h

Associazione 0-18 onlusASSOCIAZIONE 0-18 ONLUS. Là dove c’è un bambino che ha bisogno di aiuto o famiglie che hanno a carico e/o in affido figli minorenni, favoriamo l’inserimento nel mondo scolastico, lavorativo e sociale, senza pregiudizi di razza, religione e/o politici
CORRONO PER LORO:
Team AVIS CORRE (Giacomo Malpeli 300 km – Loris Del Vecchio 350 km): 650 km

missioni don boscoASSOCIAZIONE MISSIONI DON BOSCO VALDOCCO ONLUS è un’associazione non profit che sostiene l’opera umana e sociale che i missionari di Don Bosco portano avanti in tutto il mondo
CORRONO PER LORO:
Francesco Caldarelli e i suoi alunni: 2157 km

Una cena alla stazione per i senzatetto homeUNA CENA ALLA STAZIONE PER I POVERI DI BUSTO. E’ un gruppo di volontari che due volte a settimana portano alla stazione di Busto Arsizio (VA) un piatto caldo per i poveri della città. La raccolta fondi servirà per comprare alimenti, frutta, piatti, posate e bicchieri di carta
CORRONO PER LORO:
Ugo Raimondi (sui km di Matteo R): 1211 km

Associazione SKOASSOCIAZIONE SKO – ARIANNA AMORE ONLUS. Nata in memoria della piccola Arianna Amore, l’associazione sostiene la ricerca contro la leucemia infantile raccogliendo fondi per il finanziamento di progetti scientifici. Uniti per salvare ogni giorno un bambino in più. “Il sorriso non lo perdiamo mai, qualsiasi cosa ci accada”
CORRONO PER LORO:
Pasquale Amore: 2500 km
Daniela Mazza: 200 km
Elisa Laterza: 2500 km
Maria Pampalone: 300 km
Mariella Russo: 200 km
Giuseppe Mazza: 200 km
Anna Forlenza: 500 km
Alessandra Mazza: 600 km
Giovanni Amore: 2000 km
Susi La Porta: 300 km
Giorgia Zanon: 200 km
Mattia Zanon: 200 km
Antonio Amore: 500 km
Andrea Amore: 700 km
Partorina Caiazzo: 1000 km
Agnese Di Costanzo: 600 km
Fabio Colucci: 1000 km

Associazione centri del VCO onlus homeASSOCIAZIONE CENTRI DEL V.C.O. ONLUS – fornisce assistenza e riabilitazione specialistica a bambini e giovani con disturbi dello sviluppo neuropsicomotorio, relazionale, cognitivo e di apprendimento e ad adulti con disturbi neuropsicomotori
CORRONO PER LORO:
Michela Rogora: 206 km
Emanuele Landoni: 160 km

medici senza frontiere homeMEDICI SENZA FRONTIERE. Forniamo assistenza medica dove c’è più bisogno senza distinzioni di razza, religione o credo politico. Indipendenti. Neutrali. Imparziali.
CORRONO PER LORO:
Il Runner Salernitano: 844 km
Antonio B: 278 km

podistica robbiese homeLA PODISTICA ROBBIESE
CORRONO PER LORO:
Michele Crocco: 40 km

quelli che con luca homeQUELLI CHE CON LUCA – Associazione benefica in memoria del piccolo Luca. I bambini hanno diritto di guarire e tornare a vivere all’aria aperta, a giocare a pallone, a gustarsi un gelato, a sentire il sapore del mare
CORRONO PER LORO:
Claudio Mulè:

Alessia e i suoi angeli homeALESSIA E I SUOI ANGELI – In ricordo della piccola Alessia l’associazione da sostegno, con aiuti concreti, la dove esistono contesti di degrado, di malattia ed abbandono che mettono a rischio la vita dei bambini
CORRONO PER LORO:
Paola: 250 km

Fondazione Rosangela D'Ambrosio homeFONDAZIONE ROSANGELA D’AMBROSIO ONLUS – In ricordo di Rosangela e del suo sorriso la Fondazione aiuta i bambini che vivono in condizioni umane e sociali disagiate e hanno bisogno di essere aiutati per sopravvivere, curati, sostenuti nell’alimentazione, nella formazione e nella malattia
CORRONO PER LORO:
LUCI : 560 km (corsa 135 km – camminata 106 km – trekking 40 km – bici 253 km – nuoto 26 km (1040 vasche))

altre iniziative homeALTRE INIZIATIVE – se volete dare una mano ad un amico o se non avete ancora deciso chi aiutare o se volete tenere per voi chi aiutare
CORRONO PER LORO:
Andrea Sala (sui km di Matteo R): 1211 km
Luca Milesi: 234 km
Run’72: 842 km
Ivano (sui km di Matteo R): 1211 km

———————————————————————————————————————————————————————————-

Logo 2

———————————————————————————————————————————————————————————-

LE EDIZIONI PRECEDENTI
5 CENT AL KM – 2012
IO NON CORRO SOLO – 5 CENT AL KM – 2013
IO NON CORRO SOLO – 5 CENT AL KM – 2014
IO NON CORRO SOLO – 5 CENT AL KM – 2015

SITO INTERNET
IO NON CORRO SOLO

PAGINA FACEBOOK
IO NON CORRO SOLO

Giu 1
Castelletto Ticino (NO) – 3° tappa del Giro
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 06 1st, 2016| icon33 Comments »

p1977727789-o257249290-5Mi ero messo in una buona posizione per far da spettatore al duello Vasi-Brambilla. Un duello per un posto sul podio del Giro del Varesotto visto che Manuel Molteni (3° fino alla seconda tappa) ha dovuto alzare bandiera bianca per un problema al piede che lo attanagliava da diverso tempo e che alla fine ha deciso giustamente di curare.

Davanti Matteo Borgnolo si era già involato in solitaria per la vittoria di tappa. Poco dietro a lui il duo Soffientini-Bianco per la conquista della Maglia Rosa. Poco indietro ancora il duello Vasi-Brambilla con il giovane portacolori della ProPatria Milano Federico Sinigaglia attaccato alle loro caviglie. Federico mi aveva promesso che in una tappa mi avrebbe battuto ed ora stava mantenendo la sua promessa.

Io seguivo dieci metri più indietro arrancando fin dalle prime battute. E visto che non era giornata ne ho approfittato per estraniarmi dalla competizione e fare lo spettatore al duello per il podio del Giro. Certo, anche da spettatore bisognava far fatica ma un pelino meno, quel pelino che ci voleva ieri sera. La rampa in salita stava per arrivare. Dura come non ricordavo. Bisognava alleggerirsi e Vasi non ci ha pensato due volte gettando a terra il suo orologio (o perdendolo dal polso come avrebbero raccontato i realisti). Brambilla se ne accorge, lo vedo armeggiare con le chiavi della macchina ma all’ultimo decide di tenersi quel Castelletto Ticino Giro del Varesottofardello addosso confidando solo nella potenza delle sue gambe.

La salita è dura, la patisco ma nell’ultimo tratto devo spingere per non lasciar volar via oltre la curva gli attori di questo spettacolo. Aumento quel tanto che basta a rimettere nel mio campo visivo il duello.

Altra salitella di asfalto e anche Sinigaglia si stacca dal due Vasi-Brambilla che ormai scorgo in lontananza. Porca miseria se è dura assistere a questa sfida. Devo faticare ancora un poco.

La loro volata non la vedo ma sento rimbalzare tra le pareti del centro storico la voce dello speaker che annuncia l’arrivo dei due atleti Palzola separati di un solo secondo. Conoscendoli deve essere stata una volata da far saltar su le mattonelle del traguardo

CLASSIFICA 3° tappa

UOMINI: 1° Matteo Borgnolo, 2° Andrea Soffientini, 3° Stefano Bianco, 4° Antonio Vasi, 5° Marco Brambilla, 6° Federico Sinigaglia, 7° Matteo Raimondi, 8° Giuseppe Lucia, 9° Nicola Borlin, 10° Stefano Caruso

DONNE: 1° Claudia Gelsomino, 2° Sabina Ambrosetti, 3° Marta Latino, 4° Cinzia Lischetti, 5° Lorella Atzeni, 6° Simona Bolchini, 7° Francesca Dornetti, 8° Marta Dani, 9° Loredana Strozzi, 10° Simona Lo Cane

CLASSIFICA GENERALE dopo 3 tappe

UOMINI: 1° Andrea Soffientini (Azzurra Garbagnate), 2° Stefano Bianco (Atl. Casorate) a 22″, 3° Marco Brambilla (Atl. Palzola) a 1’41”, 4° Antonio Vasi (Atl. Palzola) a 1’52”, 5° Matteo Raimondi (Atl. Palzola) a 2’11”

DONNE: 1° Claudia Gelsomini (Atl. Palzola), 2° Sabina Ambrosetti (Runners Valbossa) a 1’26”, 3° Marta Latino (Atl. Casorate) a 3’48”, 4° Cinzia Lischetti (Marathon Max) a 5’49”, 5° Lorella Atzeni (Atl. Casorate) a 6’43”

CLASSIFICA DI TAPPA e CLASSIFICHE GENERALI. Articolo di Antonio Puricelli