Arona – Cross della Rocca 2015

Cross della roccaPrendete un percorso normale di cross. Stringetelo, attorcigliatelo, accartocciatelo, annodatelo e deponetelo poi su di un colle da dove si scorge un panorama mozzafiato. Ecco avete ottenuto il Cross della Rocca di Arona. Un percorso ed uno scenario veramente spettacolare per il cross che apre la stagione delle campestri invernali. Tre giri e mezzo in un susseguirsi impressionante di sali-scendi-destra-sinistra da farti perdere l’orientamento.

Dopo la gara degli Over 45 e delle donne ecco alle quattro del pomeriggio lo sparo anche per le categorie Juniores, Promesse, Seniores, SM35 e SM40. Si forma da subito un quartetto al comando con De Angeli, Aimone, Giudici e Guglielmetti. Io parto un po’ indietro risalendo, dopo il primo giro, in 7° posizione e mettendo nel mirino la coppia Neve-Lardi che pian piano riassorbe Guglielmetti partito forse troppo forte. Si usurano presto le gomme su di un percorso così.

Sali, scendi, curva, sterza per perdersi poi negli intrecci dei nastri, nell’andirivieni del percorso. Ma il tifo aiuta a spingere come la telecronaca del Basolone. Ad ogni tornata s’intrecciano gli amici tra cui spesso vedo il Bisonte Rondinelli, Bosetti, Nastari.

La sotto il lago splende con le sue barche ed il sole penetra tra le rovine della rocca. I chiodi graffiano il terreno. IlRaimondi Rondinelli sudore cola sulla fronte. E capita di perdersi negli intrecci chiedendosi il perchè di quei continui andirivieni. Scendi per poi risalire.  Acceleri per poi inchiodare. Non sarebbe stato più semplice un rettilineo ben chiaro, una strada pulita e dritta fino all’arrivo? Già… ma poi avresti visto così lontano davanti a te il traguardo. Laggiù in fondo, così piccolo, così irraggiungibile, così monotono. E avresti decelerato e forse avresti abbandonato. Benedetto allora quel groviglio di strade, quell’attorcigliarsi d’imprevisti che seppur ti fanno sembrar tutto vano, tutto confuso, in verità ti stanno guidando verso l’arrivo rivelandoti le difficoltà della strada, della tua strada, solo curva per curva, tratto per tratto addolcendoti il lungo cammino e rendendotelo uno spettacolo inaspettato. D’altronde, chi ha disegnato il percorso sa dove posizionare i paletti e sa quando annodarci i nastri. 

CLASSIFICA (5,4 km Gps)

UOMINI Jr-Sr-SM35-SM40: 1° Fabio De Angeli (Non competitiva), 1° Ivo Aimone, 2° Marco Giudici, 3° Emanuele Neve, 4° Claudio Guglielmetti, 5° Michele Lardi, 6° Matteo Raimondi

UOMINI SM 45 e oltre: 1° Fabio Di Centa, 2° Gabriele Zaffiretti, 3° Livio Barozzi

DONNE: 1° Chiara Cerlini, 2° Melissa Ragonesi, 3° Lorena Strozzi

CLASSIFICA COMPLETA. Le FOTO su Podistica Arona e Athlon Runner. Articolo di Podisti RUNdagi e Podistica Arona

Foto: sul percorso (by Nastari) e premiazione di categoria con Rondinelli

Questo post è stato letto 1729 volte!

    Precedente Piede d'Oro Casorate 2015 - Video Successivo Tradate - Maratonina dei due Comuni 2015

    3 thoughts on “Arona – Cross della Rocca 2015

    1. È bello quando gareggi perché poi ci fai rivivere nel tuo racconto… bravooooo tg

    2. Grazie Matteo per il tuo splendito commento alla gara e soprattutto per aver compreso lo spirito del Cross della Rocca.
      Firmato:
      Chi ha posizionato i paletti e annodato i nastri.

    Lascia un commento