Traversata Monte Lema – Monte Tamaro

La traversata Monte Lema – Monte Tamaro è uno dei percorsi più spettacolari che si può affrontare a cavallo tra Svizzera ed Italia. Ben 9 km di sentieri sempre in cresta, sempre tra i 1500m e i 1960m di quota, sempre con panorami mozzafiato ovunque si guarda.

Ne avevo sentito parlare molte volte ed oggi, sfruttando il mio giorno libero dal lavoro, sono andato a provarlo in compagnia di Andrea e Mauro, due miei colleghi di lavoro.

Parcheggiamo la macchina a Miglieglia (Svizzera) e con la Funivia risaliamo fino al Rifugio Monte Lema (1560m slm), posto appena sotto la cima omonima. Sul web non ci sono molte informazioni e quelle presenti sono molto confusionarie sia per quanto riguarda la distanza sia per quanto riguarda il tempo di percorrenza.

Con lo zainetto da Skyrunning partiamo di corsa. Non sono ancora le 9 del mattino e le montagne sono silenziosamente deserte e tutte per noi. I primi 300m sono una scalinata in discesa. Poi inizia il bellissimo saliscendi sulla cresta. Prima il Poncione di Breno, poi il Zottone, poi il Monte Magino ed il Monte Magno. Si passa al fianco di una malga sempre aperta e deserta dove è possibile autoservirsi comprando bottigliette di acqua, birra, coca o farsi un buon caffè. Ricordatevi però di lasciare nel piattino il prezzo di quello che consumate e di non fare i soliti italiani. Poi ancora su al Monte Pola per proseguire costeggiando il Monte Gradiccioli (o salendoci in cima per chi vuole). Tratto in piano e poi, per finire, picchiata all’insù fino alla cima del Monte Tamaro (1961m slml) con gli ultimi 800m di sviluppo che si sale di ben 250m di dislivello.

Correndo ho impiegato 1h10′ per percorrere la traversata Lema-Tamaro. Mauro e Andrea, alternando corsa e cammino arrivano in meno di 2h. Per affrontare la traversata camminando ci vogliono circa 3h30′ (vedi Cartina con tempi). Per il ritorno si può ripercorrere lo stesso itinerario (come abbiamo fatto noi camminando) oppure scendere all’Alpe Foppa e da lì prendere la funivia fino a Rivera ed il Bus fino a Miglieglia. Altre alternative sono gli infiniti sentierini che dalla cresta portano giù lungo i versanti svizzeri o italiani.

 Ecco alcuni dati della Traversata Lema-Tamaro:

  • Lunghezza: 8,97 km
  • Partenza: Rifugio Monte Lema 1560 m s.l.m.
  • Arrivo: Monte Tamaro 1961 m s.l.m.
  • Dislivello Complessivo: Positivo 750m – Negativo 350m
  • Fondo: sterrato
  • Tempo di percorrenza correndo: 1h10′
  • Tempo di percorrenza alternando corsa e cammino: 1h50′-2h
  • Tempo di percorrenza camminando: 3h30′

Qui sotto trovate la piantina (cliccateci sopra per ingrandirla) e l’altimetria del percorso. Infine ecco una vista panoramica. Alcune foto della traversata scattate oggi le potete vedere QUA.

Questo post è stato letto 10571 volte!

    Precedente La mia prima Skyrace - Giro dei Due Laghi Successivo Buon Compleanno Alberto

    4 thoughts on “Traversata Monte Lema – Monte Tamaro

    1. fiurash il said:

      Eh già, veramente bel percorso.
      Io l’ho fatto il 2gennaio su una neve bella compatta che rendeva facoltativo l’uso delle ciaspole, le lasciamo in macchina ma poi la temperatura in aumento rende troppo insicuro il percorso facendo scivolare la neve sotto i nostri scarponi o facendoci sprofondare.
      Arrivati in 3h30 all’alpe Agario (quel bivacco in cui autoservirsi) sotto l’imponenza del Gradiccioli, decidiamo che è troppo rischioso tornare indietro e scendiamo verso Monteviasco e Curiglia su guadi ghiacciati e valloni selvaggi, facendoci dare un passaggio fino alla macchina lasciata al Pradecolo.
      Le stagioni ideali sono inizio primavera e tardo autunno poichè le vette sono completamente esposte al sole e si può prendere una bella bollita.
      A presto

    2. Matteo Raimondi il said:

      Grazie a te Luca e grazie Fiurash per le informazioni. Penso che fare questa attraversata con la neve sia stato un vero spettacolo!

    Lascia un commento