Crea sito
 
Set 28
Genova come ultima gara prima della sosta
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 28th, 2010| icon310 Comments »

Come ultima gara prima di staccare la spina dalla corsa ho scelto Genova con la sua 5° edizione della Caruggincursa, gara Nazionale Fidal ed inserita nel circuito The Run organizzato dalla Gazzetta dello Sport.

E per arrivare a Genova in tempo domenica 26 settembre 2010 la sveglia ha suonato alle 5.00 del mattino. Colazione e via verso il capoluogo Ligure in compagnia della compagna di squadra Federica Cerutti e dei suoi genitori.

La partenza è fissata alle 9.00 in punto dal Porto Antico e ci son voluti ben tre tentativi (causa 2 partenze false) prima di poter mettersi in moto. Con calma ogni volta i 1300 atleti al via son ritornati ai loro posti sotto lo sguardo divertito di Juri Chechi invitato come ospite d’onore.

Il ritmo è da subito alto, intorno ai 3’00” al km e neppure il primo minigiro che da un assaggio delle salite lungo i vicoli del centro storico e di quello che ci aspetterà dopo sembra far rallentare il passo. Si ritorna nel porto ed inizia il primo dei due giri grandi del percorso. Pur viaggiando su ritmi che per me sono già al limite del sopportabile mi accorgo che attorno a me c’è ancora un gruppone di 10-12 unità composto dai marocchini Ghallab (G. Città di Genova), Mehouachi (Atl. Acquaviva), dallo spagnolo Castrillejo (G. Città di Novara) e dagli italiani Armando Sanna (Cover Mapei), Valerio Brignone (Atl. Saluzzo), Stefano Guidotti (CUS Torino), Giovanni Iommi (GP Livenza Sacile), Simone Marocco (Pod Tranese), Federico Cagliani (G. Alpinistico Vertovese), Andrea Giorgianni (Delta Spedizioni), Michele Mollero (G. Città di Genova) e Corrado Ramorino (Atl. Varazze). Oggi si lasciano da parte le tattiche e si cerca di resistere il più possibile attaccato ai primi anche quando al 2 km e mezzo Ghallab cambia ritmo portandosi abbondantemente sotto i 3′ al km. 7-8 atleti lo seguono mentre io inizio a perdere metri… ed inizia il suggestivo tratto tutto su e giù per gli stretti vicoli dell’Antica Genova. Su lungo la lunga asperità che porta in Piazza Matteotti con la sua chiesa lassù, con il forte odore di focaccia nell’aria e col sole che picchia negli occhi e rimbalza sulle mattonelle dell’antica via. Poi l’ampia e soleggiata Piazza De Ferrari, paradiso di luce e volo di gabbiani prima di tuffarsi nell’inferno ombroso dei vicoli, dei caruggi della Genova antica, alcuni dei quali larghi appena 1 m. E poi ancora su e poi ancora giù come in un labirinto lastricato quasi alla ricerca dell’uscita, della via di fuga per poi trovarla solo al 5° km e mezzo quando si ritorna nel porto antico per iniziare un altro giro, un’altra avventura tra paradiso ed inferno.

Mi trovo in compagnia dello spagnolo Unai Castrillejo, che vanta un 8’20” sui 3000m e che è l’idolo di casa dal momento che lo incitano tutti e del ligure Andrea Giorgianni. Davanti a noi, avvantaggiato di circa 150-200m, vedo la sagoma di Beep Beep Guidotti, l’atleta di punta del Reality sulla Corsa organizzata dalla Gazzetta dello Sport che anche lui vanta tempi di tutto rispetto come un 14’35” sui 5000m. So che per lui è un periodo di non certa brillantezza e allora provo a mettermi davanti agli altri due compagni di avventura per tentare di raggiungerlo.

Al 6° km si unisce alla nostra causa anche l’atleta di Pordenone Giovanni Iommi che è saldamente in testa al circuito The Run della Gazzetta. In 4 ci alterniamo a tirare anche se con l’inizio del duro tratto del centro storico iniziano anche i doppiaggi. Castrillejo perde un po’ contatto nei sorpassi e nei su e giù tra gli angusti vicoli ma rimane sempre a portata di tiro. Anche io nei tratti in salita soffro e sapendo che questa è la mia ultima gara prima di un meritato riposo di una o due settimane ho spesso la tentazione di rallentare ed iniziare da subito la pausa autunnale. Ma nei tratti in discesa mi riprendo e la voglia di continuare mi si infonde nelle vene. Discese che affrontavo sempre a tutta per recuperare i 5-6 metri di svantaggio e che più di una volta mi hanno visto quasi scontrarmi con i poveri malcapitati doppiati. Mi deve scusare una signora che letteralmente ho preso e spostato di lato per non travolgerla all’uscita di una curva stretta.

Ed arriva il tratto finale. Discesa sul mattonellato di Via San Luca e di nuovo nel piano del Porto Antico. Parte la volata lunga, quando manca ancora mezzo km. Ma sì, oggi ho voglia di farla. Siamo in 4 ma solo lo spagnolo Castrillejo riesce a staccarmi di quei 10 m che si porterà fino al traguardo. Iommi e Giorgianni rimangono indietro. E mi guadagno così questo 8° posto finendo i 10 km giusti giusti da GPS in 32’51” che portati a termine su un percorso così duro non può che rendermi felice.

Poi aspetto l’arrivo della compagna di squadra Federica anche lei partita forte e capace di reagire al momento di crisi che ha avuto a metà gara conquistandosi un grandissimo 3° posto!

Ma ecco la classifica:

UOMINI: 1° Valerio Brignone (Atl. Saluzzo) 31’08”; 2° Khalid Ghallab (G. Città di Genova) 31’13”; 3° Ramzi Ben Sad Mehouachi (Atl. Acquaviva) 31’31”; 4° Simone Marocco (Pod. Tranese) 31’36”; 5° Federico Cagliani (G. Alpinistico Vertovese) 32’01”; 6° Stefano Guidotti (CUS Torino) 32’33”; 7° Unai Castrillejo (G. Città di Genova) 32’49”; 8° Matteo Raimondi (Atl. Palzola) 32’51”; 9° Giovanni Iommi (GP Livenza Sacile) 32’54”; 10° Andrea Giorgianni (Delta Spedizioni) 32’56”.

DONNE: 1° Viviana Rudasso (G. Città di Genova) 36’41”; 2° Monica Cibin (Atl. Saluzzo) 37’32”; 3° Federica Cerutti (Atl. Palzola) 38’11”; 4° Anna Boschi (Cambiaso Risso) 38’15”; 5° Clara Rivera (Atl. Cairo) 39’32”.

La classifica completa è QUA. Alcune foto le trovate sulla pagina di facebook dedicata alla manifestazione. Altro ancora sarà disponibile a breve sul sito della manifestazione come pure sul sito del circuito The Run.

Foto: piodio femminile

 

Set 27
25 settembre – Mezzana, Cesano e Sumirago
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 27th, 2010| icon3No Comments »

Ecco le gare che si sono svolte sabato 25 settembre 2010:

MEZZANA (BI) – 4° edizione Crono Cross. Corsa di 2.3 km. UOMINI: 1° Carlo Torello Viera (GS Ermenegildo zegna) 8’20”; 2° Riccardo Peria (Runner Team 99) 8’36”; 3° Fauso Baratella (GSA Pollone) 8’39”. DONNE: 1° Mariella Cerutti Sola (Atl. Stronese) 10’12”; 2° Samantha Ghedini (GS Ermenegildo Zegna) 10’39”; 3° Barbara Oglietti (Cedas Lancia Verrone) 11’33”. Ed ecco la classifica completa.

SUMIRAGO (VA) – Gara ad eliminazione all’Americana. 200m a tutta e 200m piano per ricompattare il gruppo. Ad ogni sprint l’ultimo viene eliminato finchè non ne rimane uno solo. UOMINI: 1° Enea Zampini (Atletica Casorate); 2° Bruno Dominici; 3° Giacomo Ripamonti (Nuova Atl. Fanfulla); 4° Massimo Lucchina (Atletica 3V); 5° l’omonimo Matteo Raimondi (Atl. Turbigo). DONNE: 1° Lorena Strozzi (Atl. Casorate); 2° Antonella Panza (Whirlpool); 3° Giovanna Mocchetti (Runners Valbossa). La classifica completa è QUA. Le foto sono sul sito Runners Valbossa.

CESANO MADERNO (MI) – 4° Corrincesano By Night. 10 km. UOMINI: 1° Danilo Goffi (Carabinieri) 30’57”; 2° Massimo De Ponti (Forti e Liberi) 31’29”; 3° Graziano Zugnoni (ADM Melavì Ponte Valtellina) 32’22”. DONNE: 1° Ornella Ferrara (PBM Bovisio Masciago) 35’29”; 2° Claudia Gelsomino (N. Atl. Fanfulla) 37’07”; 3° Paola Zaghi (GS Zeloforamagno) 38’46”. La classifica completa la potete vedere QUI. Le foto sono invece su Podisti.net. Altro ancora sul sito ufficiale della manifestazione.

Foto: arrivo di Danilo Goffi alla Corrincesana By Night 2010

 

Set 27
24 settembre 2010- Arese e Novara
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 27th, 2010| icon32 Comments »

Nella serata di venerdì 24 settembre due sono state le gare che si sono corse nelle nostre province:

ARESE (MI) – 1° edizione della Arese Night Run. Percorso di 7 km.

UOMINI: 1° Giuseppe Caggianelli (Atl. Stramilano) 22’59”; 2° Fabio Cattaneo 24’03”; 3° Walter Carnovali 24’09”

DONNE: 1° Sabina Cangiamila (Azzurra Garbagnate) 26’09”; 2° Paola Gariboldi 26’22”; 3° Raffaella Preatoni (Azzurra Garbagnate) 26’42”

La classifica completa è QUA.

NOVARA (NO) – Gara Serale Podistica della Carità. 6km.

UOMINI: 1° Alessandro Brustia (Atletica Trecate); 2° Davide Daccò; 3° Carlo Carlini (Marathon Verbania)

DONNE: 1° Mara Della Vecchia (Atletica Palzola); 2° Sabrina Bonanno; 3° Eleonora Selli.

La classifica completa è QUI. Su Facebook trovate il video e le foto della gara.

Foto: Mara Della Vecchia (Atletica Palzola) vincitrice a Novara

 

Set 22
Programmi futuri nella luce del tramonto
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 22nd, 2010| icon31 Comment »

Che pace allenarsi al tramonto dopo un giorno di lavoro tra amici. Pace nel sole basso dentro agli occhi. Pace nella stanchezza che leggera scivola via. Pace nell’odore inconfondibile di fine estate con il sapore della buona terra arata che ti riempie naso e bocca.

E sulla strada le ombre lunghe di sassolini isolati, semplici, umili, di quelli che di giorno, sotto il sole alto del cielo, neppure sai che esistono. E li osservi al termine del giorno passandoci accanto, gustando la loro piccolezza, ascoltando il loro insegnamento e sorridi… sorrido.

E poi leggeri a correre in compagnia di Giovanna, ad incitare il buon Caldiroli impegnato nel suo tiratissimo allenamento, a spingere anche io verso casa pensando ai programmi futuri.

Programmi che prevedono domenica prossima la gara di GENOVA. Dopo Vigevano infatti voglio partecipare ad un’altra tappa del circuito THE RUN organizzato dalla Gazzetta dello Sport e gara Nazionale Fidal. 10 km tra il porto antico e le viuzze intricate del centro storico. Nuovi amici da incontrare e nuovi avversari da sfidare.

Poi (magari) staccherò la spina per una-due settimane. Non che sia stanco o logorato o nauseato dalla corsa, anzi. Non son mai stato così in forma in vita mia ma è da gennaio che gareggio, oltre 40 gara sempre migliorandomi ed è giusto che doni al mio corpo un po’ di riposo per assimilare tutto il lavoro compiuto in questo periodo. E per i molti che non comprendono il senso del riposo autunnale ecco una storiella che avevo scritto l’anno scorso proprio in questo periodo su questo sito:

Un bambino sui 10 anni se ne stava da alcuni giorni a cavalcioni sul muretto che delimitava la proprietà di un contadino. Non diceva nulla ma continuava a grattarsi la testa e ad allargare le braccia sconfortato. Un giorno il contadino, curioso per quell’atteggiamento, si avvicinò e gli domandò come mai se ne stava li da tutto quel tempo così abbattuto. “Non capisco una cosa“, gli rispose il bimbo chiudendosi ben stretto nel suo giubbino logoro, “e dire che ci ho pensato a lungo.

Dimmi pure“, lo esortò il contadino.

Il fatto è”, riprese il bambino, “che con tutta la fame che abbiamo noi del paese tu e tutti gli altri fattori della zona non avete coltivato niente in questo autunno e ve ne state lì a guardare il vostro campo, ad ararlo e a spanderci sopra letame. Ma da quando in qua spargere cacca di mucca sulla terra fa crescere le spighe per il nostro pane?

Il contadino sorrise alle giuste proteste del bimbo. “Vedi piccolo, non è che noi non vogliamo piantare nuove colture per questo autunno. Già la terra ci ha dato tanto frutto per tutto l’anno ed ora si è indebolita. Ha bisogno di riposare come tu riposi tutte le notti e poi anche le estati. Se studiassi sempre alla fine saresti esausto e abbandoneresti la scuola prima degli esami del quinto anno.

Voglio ben dire“, ribattè secco il bimbo.

Ecco allora perchè anche la terra ha bisogno di riposare, di riacquistare forza, nutrimento che poi ci ridarà abbondantemente nella primavera e nell’estate futura. Ora vedi questo campo arato e all’apparenza sembra un luogo abbandonato ma non lo è ed il suo riposo è più importante di qualsiasi altra coltura che vi potrei piantare.

Lo stesso vale anche nella corsa. Adoro l’autunno perchè dopo molto aver stressato il proprio organismo durante gli allenamenti e le gare di un’intero anno gli si da il tempo di riposare e di ricostruirlo più forte di prima. La settimana di riposo dalla corsa è simile a quei campi di mais tagliati e lasciati con le loro stoppie a riposare nel silenzio delle nebbie autunnali. Il mese futuro in cui mi concentrerò principalmente sulla corsa lunga, sul potenziamento muscolare, sugli sprint in salita, sui medi è invece paragonabile all’aratura dei campi. Il vomere penetra nella terra e la modella, la sconvolge, la rafforza. E’ un periodo, come il riposo dopo l’aratura, in cui non si gareggia, in cui sembra che tu non esisti più per il mondo delle corse ma invece ti stai preparando, stai adattando il tuo corpo a dar più frutto, a sostenere gli allenamenti veloci che farai più avanti.

Ed il bello è vedere che, dopo esser andato volutamente fuori forma, la condizione piano piano migliora e ritornano i tempi di prima e poi ancora più forte. E quel bambino a cavalcioni sul muretto allora sarà il tuo tifoso e saprà aspettarti nelle prossime gare quando rientrerai più forte di prima. Come te anche lui avrà fame di emozioni e di successi. E poi, dopo tutto, sarà bello rifiorire da quel letame che seppur utile resta sempre letame…

E tutto questo l’ho scritto un anno esatto fa e devo dire che si è avverato in pieno!

 

Set 20
Camp. Italiani Montagna Lunghe Distanze
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 20th, 2010| icon3No Comments »

Domenica 19 settembre 2010 a Domodossola (VB) si sono corsi i Campionati Italiani di Corsa in Montagna Lunghe Distanze. 21 km per gli uomini e 19,5 per le donne con dislivelli positivi complessivi di circa 1000m.

Tra gli uomini vince Gabriele Abate (Orecchiella Garfagnana) 1h28’44” davanti ad Andrea Regazzoni (Atl. Valli Bergamasche) 1h29’12” e Massimiliano Zanaboni (Atl. Valli Bergamasche) 1h29’54”. Poi 4° Emanuele Manzi (GS Forestale) 1h30’19” e 5° Rolando Piana (GSD Genzianella) 1h30’38”.

Grandissimo il compagno di squadra Paolo Proserpio (Atletica Palzola) che giunge 16° assoluto in 1h43’00” dimostrando tutto il suo talento nella corsa in montagna!

Poi mitici anche gli amici Fabio Mangoni (Atletica Parabiago) che conquista la medaglia di bronzo nella categoria MM50 e Roberto Petrozziello (Atletica Parabiago) giunto 10° nella categoria MM40!

Tra le donne è Mariagrazia Roberti (GS Forestale) a vincere col tempo di 1h42’16”. Salgono sul podio con lei Cristina Scolari (Atl. Vallecamonica) 1h45’58” e Romina Cavallera (ASD Boves Runner) 1h47’06”

Grandissima Ilaria Bianchi (Atl. Vallecamonica) che giunge 5° assoluta col tempo di 1h48’55” (leggete il suo commento alla gara) e anche Erika Forni (GSA Valsesia) 8° e prima tra le promesse, 9° Giovanna Maria Cerutti (GSA Valsesia), 13° Lorenza Di Gregorio (Runners Varese), 15° Laura Pagani (ASD Caddese), 16° Arianna Matli (ASD Caddese), 19° Alice Di Simone (ASD Caddese), 20° Simonetta Montis (Podistica Arona).

Ecco la CLASSIFICA COMPLETA. Un po’ di foto sono su Running Passion

Foto: Paolo Proserpio (Atletica Palzola)

 

Set 19
Per adesso un po’ di classifiche
Posted by matteoraimondi in Aggiornamenti on 09 19th, 2010| icon31 Comment »

Nella pagine delle CLASSIFICHE ho inserito un po’ di risultati gare delle corse di questo fine settimana.

Ciao

 

 

Set 19
Primo a Maggiate Superiore (NO)
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 19th, 2010| icon313 Comments »

C’erano nuvole basse prima della partenza ad avvolgere la base degli alberi rendendoli solitarie sentinelle di una terra tutta su e giù come pure è stata la gara che ho corso questa mattina a Maggiate Superiore (NO). Corsa di 11,570 km collinare tra strade e sentieri del luogo.

Oggi decido di seguire la mia solita tattica di gara ossia primo km tranquillo dietro agli altri, poi 2-3 km tirati per fare il vuoto e il resto della corsa a controllare. Quasi la chiamerei Tecnica Raimondi per distinguerla dalla Tecnica Oukhrid (3/4 di gara tranquillo e poi progressione finale) e dalla Tecnica Gambetta o Brustia o Breda (partenza a testa bassa e pedalare fin che ce n’è).

Alle 9.00 in punto si parte abbastanza tranquilli con un bel gruppettone davanti composto tra i tanti da Emanuele Neve (Cover Mapei), Livio Saltarelli (Atletica Palzola), Carlo Carlini (marathon Verbania), Stefano Triscone (ASD Caddese), Riccardo Pagani (ASD Caddese), Paolo Moreschi. C’è anche Stefano Luciani (cover Mapei) con la faccia di chi è stato buttato giù dal letto da pochi secondi e penso che in effetti sia proprio stato così.

Dopo il primo km e mezzo corso in 3°-4° posizione mi metto davanti ed inizio ad imprimere il mio ritmo. Il plotone si allunga e solo i passi di Stefano Trisconi continuano a rimbombare alle mie spalle per poi affievolirsi e scomparire. Già al 3° km dietro non vedo più nessuno ma continuo a spingere su questo percorso molto muscolare. Verso il 5° km inizio a rallentare gestendo il vantaggio e concentrandomi sulla tecnica di corsa. Di solito affronto le gare atterrando e spingendo sull’avampiede ma questo va bene fin che si gareggia su percorsi di 6-10 km. Per la mezza maratona non va già bene a meno che non la si voglia finire coi polpacci a pezzi. Così mi son fatto l’ultima metà di gara provando a correre facendo la rullata completa del piede e controllando sul GPS nei tratti in piano la velocità che riuscivo a raggiungere senza snaturare lo stile di corsa.

Ed intanto gli strappettini e le discese si susseguivano in successione con il sole che si era aperto uno squarcio nel cielo illuminando i verdi prati bagnati. Poi ultimo tratto di strada su asfalto ed arrivo.

Ma ecco la classifica

UOMINI:

Matteo Raimondi (Atletica Palzola) 41’35”; 2° Stefano Trisconi (ASD Caddese) 42’43”; 3° Livio Saltarelli (Atletica Palzola) 43’17”; 4° Emanuele Neve (Cover Mapei) 43’47”; 5° Carlo Carlini (Marathon Verbania) 43’58”

DONNE:

Elena Platini; 2° Roberta Picozzi (Atl. Bellinzago); 3° Annalisa Diaferia

La classifica completa anche del giro corto è QUA. Le foto le troverete invece nei prossimi giorni sul sito Oleggio 2000

Poi grandissimo Paolo Proserpio (Atletica Palzola) che è arrivato 16° ai Campionati Italiani Lunghe distanze Montagna a Domodossola.

Foto: che cosa centra? Niente ma è la prima che mi è capitata a tiro e l’ho messa… 🙂

 

Set 18
Serali di San Maurizio e Sant’Alessio
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 18th, 2010| icon3No Comments »

Giovedì 16 settembre 2010 – SANT’ALESSIO (PV). Serale di 5,270 km

UOMINI: 1° Fabio De Angeli (Atletica Palzola) 16’46”; 2° Spigliardi (Casalese); 3° Capristo (Atletica Cento Torri pavia)

DONNE: 1° Patrizia Schiavi (Avis Pavia) 21’03”; 2° Baruffaldi (Oltrepò); 3° Galbani (La Michetta)

Grazie alla vittoria di giovedì Fabio De angeli si aggiudica anche il Trittico delle Oasi organizzata dalla Uisp Pavia.

Venerdì 17 settembre 2010 – SAN MAURIZIO D’OPAGLIO (NO). Serale di 6 km

UOMINI: 1° Francesco Guglielmetti (Comense); 2° Claudio Guglielmetti; 3° Riccardo Pagani (ASD Caddese)

DONNE: 1° Marta Lualdi (Atletica San Marco); 2° Elena Platini; 3° Adele Montonati (Marathon Verbania)

Ecco la classifica

 

Set 18
Legnano Night Run 2010 – Il video
Posted by matteoraimondi in Video on 09 18th, 2010| icon3No Comments »

Get the Flash Player to see this player.

Set 17
15 settembre 2010 – Pista all’Arena
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 17th, 2010| icon3No Comments »

Mercoledì sera 15 settembre 2010 all’Arena di Milano è andato in scena il Memorial Zancan – Bottalico. Ecco i risultati:

200m Donne: 1° Cecilia Raffaldi (Atl. Vigevano) 25″66

200m Uomini: 1° Andrea Daminelli (Atl. Bergamo) 22″43. Poi buon 30″80 per l’amico Armando Montanaro (GS Maratoneti Cassano)

800m Donne: 1° Sara Rudelli (Atl. Saletti) 2’14″17

800m Uomini: 1° Dario Ceccarelli (Fiamme Oro) 1’51″15. Buon 2’23” per l’amico Pasquale Antonicelli (Atl. Casorate)

5000m Donne: 1° Tamara Winkler (Gab bellinzona) 16’24”; 2° Barbara Bressi (Atl. Montanari) 17’25”; 3° Federica Scoffone (Atl. Fosano) 17’33”

5000m Uomini: 1° Raphael Tahary (Cover Mapei) 14’39”; 2° Stefano Casagrande (US Milanese) 14’39”; 3° Rene Cuneaz (Atl. Calvesi) 14’43”; 4° Alberto Podestà (CUS dei Laghi) 15’10”; 5° Mohamed Ben Kacem (CUS Pavia) 15’14” con cui ho battagliato domenica a Vigevano. Poi ottimi tempi per Michele Belluschi (Daini Carate Brianza) 15’46”, Massimo Zenaboni (US San Vittore) 17’13”, Fabio Malvestiti (Atl. Arcisate) 18’11”

Per le classifiche complete cliccate QUA

Ricordo inoltre che il compagno di squadra Massimiliano Montagna (Atletica Palzola), domenica scorsa sempre all’Arena di Milano ha corso i 5000m in 15’44”.

 

Set 15
Risultati gare dell’11-12 settembre 2010
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 15th, 2010| icon3No Comments »

Ecco le classifiche delle gare che si sono corse nelle nostre province tra sabato 11 e domenica 12 settembre 2010:

12 settembre 2010 – LESSONA (BI) – Montagna. Classifica

12 settembre 2010 – VIGEVANO (PV)- 7° Tappa THE RUN. Classifica

12 settembre 2010 – CUNARDO (VA) – Piede d’Oro. Classifica e commento di Play Beppe

12 settembre 2010 – SENAGO (MI) – Mezza delle Groane. Classifica

12 settembre 2010 – PARMA (PR) – 10km, 21.097km, 30 km. Classifica

12 settembre 2010 – POMBIA (NO) – Gamba d’Oro. Classifica e Foto di Oleggio2000

12 settembre 2010 – MOTTARONE (VB) – 1° trail del Mottarone. Classifica e foto

12 settembre 2010 – VIGNONE (VB) – Gran Fondo 5 Comuni. Classifica

12 settembre 2010 – COMO (CO) – Montagna. Classifica

11-12 settembre 2010 – MILANO (MI) – Pista. Classifica

11 settembre 2010 – GORGONZOLA (MI) – Classifica

11 settembre 2010 – MILANO IDROSCALO (MI) – Giro Da Paura. Classifica e foto

 

Set 13
Lorenzo Selmo – Massaggiatore
Posted by matteoraimondi in Informazioni on 09 13th, 2010| icon3No Comments »

Quando ci si allena o semplicemente dopo una giornata di lavoro intensa un buon massaggio non può che far bene. Ed io voglio suggerirvi un ottimo massaggiatore che oltre ad essere un amico è anche un vero professionista.

Lorenzo Selmo Trattamenti Olistici Massaggi e Riflessologia Plantare.

Ma ecco una presentazione:

Riscoprire il proprio corpo significa riconciliarsi con esso, rispettarne i bisogni, diminuire le difese che lo inibiscono, acquisire la conoscenza dell’unità organica.

Durante il massaggio istintivo si crea un dialogo energetico che comporta uno stato di benessere,  pensato come recupero fisico e psichico,  una vera e propria “danza delle mani”.

Il trattamento reflessologico svolge un’azione attraverso punti posizionati sulla pianta del piede, trasmettendo il messaggio all’intero organismo:  l’effetto si  espande alla ricerca del corretto equilibrio mobilitando l’energia bloccata.

Lorenzo Selmo opera la sua attività nei comuni di LEGNANO (MI) e ANGERA (VA).

Per informazioni contattatelo sul cellulare (335 5887097) o per e-mail ([email protected]). Per vedere il volantino della sua attività cliccate sull’immagine oppure sul link nella parte destra di questo blog sotto la voce SPONSOR.

 

Set 12
THE RUN di VIGEVANO – Ai piedi del podio
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 12th, 2010| icon312 Comments »

Devo ammettere di non amare molto le gare chic da completini firmati, da archi gonfiabili ad ogni angolo, da musica che pompa nelle orecchie prima durante e dopo, da fronzoli e fighettini. Adoro di più le gare dall’assetto rozzo, semplice, quasi burbero a cui sono abituato partecipare. Ma oggi ho fatto un’eccezione e ho voluto andare a sfidare i nomi che spesso leggevo sulla Gazzetta dello Sport.

Vigevano (PV), 12 settembre 2010, 7° tappa del circuito THE RUN organizzata dalla Gazzetta dello Sport e gara Nazionale Fidal. Il percorso è costituito da tre giri, per un totale di 9,6 km, ricavato interamente nel centro storico della città con spettacolari passaggi in Piazza Ducale, nel cortile del Castello e nella Strada Coperta. Percorso veramente tosto per il fondo quasi interamente in pavè e ciottolato e per i continui leggeri saliscendi. Percorso reso celebre negli anni passati della Scarpa d’Oro da protagonisti come Paul Tergat, Alberto Cova, Gelindo Bordin e Stefano Baldini.

Alle 9.30 è fissata la partenza. Piazza Ducale è colma di stand, atleti, tifosi e anche la voce dello speaker contribuisce a creare l’atmosfera giusta. In prima fila si posizionano gli 8 partecipanti al Reality tra cui Stefano Guidotti Icardi (CUS Torino) che qui tutti chiamano Beep Beep. Musica a palla negli istanti prima della partenza e via.

L’atleta del marocco Bouazza Lahbabi (Atl. Casone Noceto) fa da subito vedere la sua superiorità ed inizia la sua cavalcata solitaria. Alle sue spalle si forma invece un gruppetto di 5 unità composto dall’atleta di Pordenone Giovanni Iommi (GP Livenza Sacile) che è in testa al circuito della Gazzetta, il torinese Stefano Guidotti Icardi, i marocchini Mohamed Ben Kacem (CUS Pavia) e Soufiane Elkounia (Athletic Club 96) ed io (Atletica Palzola). L’amico Soufiane però perde da subito contatto ed il gruppettino si riduce a 4 atleti. Avanziamo ad un buon ritmo (3’05”-3’10”) nonostante il percorso sia pieno di curve, salitelle, discese, pavè e anche ciottolato sopratutto nel suggestivo tratto della Strada Coperta, un rettilieo di circa 200m che collega il Castello con la Rocca Vecchia. E nel cortile del Castello si corre sullo sterrato.

Ci diamo il cambio regolari cercando di staccarci o sfiaccarci ma ogni tentativo di noi 4 non porta frutto. Prima ci prova Iommi, poi Ben Kacem, poi io, poi Guidotti ma rimaniamo sempre compatti. Nelle curve poi bisogna stare attenti perchè se uno la prende bene guadagna quei 3-4 m che a quelle velocità è poi difficile recuperare. E dal 2° giro iniziano anche i doppiati che prima son come gocce rare prima del temporale ma poi si trasformano in una vera tempesta ed il sorpassarli, il deviarli, lo scansarli sopratutto in curva diventa parte integrante della nostra sfida a 4. Se sai sfruttare bene il sorpasso puoi anche tentare la fuga.

Ma all’inizio del 3° giro siamo ancora assieme. Davanti intanto Bouazza Lahbabi ha un margine che supera il minuto. Il primo a provare ad attaccare è il marocchino Mohamed Ben Kacem. Io rispondo subito mentre nel giro di una ventina di secondi anche Guidotti e Iommi ritornano sotto. E’ il mio momento e tento di allungare ma la mia frustata non ha portato nessun esito. Anche Iommi prova un timido attacco senza esito. All’interno del castello la situazione è ancora invariata. Mi guardo indietro e oltre ai doppiati non c’è assolutamente nessuno. L’amico Soufiane Elkounia, in sesta posizione, è infatti staccato di più di 2′ da noi. Posso osare mi dico tanto mal che vada se salto son sempre nei primi 5 ossia nei premi. Provo allora ad allungare all’inizio della Strada Coperta e al mio attacco risponde subito Ben Kacem gettandosi in discesa a tutta. Guadagna di botto 20 m. Io mi lancio al suo inseguimento mentre Iommi e Guidotti rimangono staccati. Manca però ancora 1,5 km e le energie sono al lumicino. Mi sento rallentare ma non demordo. Da dietro ecco il rumore dei passi e del respiro di Iommi e di Guidotti. Davanti Ben Kacem è abile a nascondersi tra i doppiati. Si entra nell’ultimo tratto. Iommi mi raggiunge e mi supera. Lo tengo a 10m. Porticato e poi Piazza Ducale. Tento il recupero facendo la volata fin sotto lo striscione d’arrivo ma pur recuperando metri non ce l’ho fatta. Giù dal podio per un solo misero secondo! Ma felice per il bellissimo ed esaltante duello con questi nuovi amici-avversari. Ci tenevo a salire sul podio con la sua musica e i coriandoli sparati al cielo e scoprire, dopo le premiazioni, che il vincitore Bouazza Lahbabi forse verrà squalificato perchè già segnalato dalla Fidal per scambio d’identità (vedi QUA) mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca. Ma va bene così, ci saranno moltre altre occasioni.

Ma ecco la classifica (GPS 9,970 km):

UOMINI:

Bouazza Lahbabi (Atl. Casone Noceto) 29’45”; 2° Mohamed Ben Kacem (CUS Pavia) 31’40″; 3° Iommi Giovanni (GP Livenza Sacile) 31’48”; 4° Matteo Raimondi (Atletica Palzola) 31’49”; 5° Stefano Guidotti Icardi (CUS Torino) 31’51”; 6° Soufiane Elkounia (Athletic Club 96) 34’17”; 7° Giovanni Cremonte (Atl. Voghera) 34’25”; 8° Emiliano Vidussi (Atl. Brughera Friulintagli) 34’49”; 9° Giovanni Bardon (Soresina Running Club) 34’52”; 10° Paolo Bassetto (Sette Laghi Runners) 35’04”. Poi bravissimo 13° Marco Tiozzo (Atl. Palzola) 35’49” e 21° Oliviero Giberti (Atl. Palzola) 36’49”.

DONNE:

Marta Gariglio (GS Splendor Cossato) 36’50”; 2° Sara Galimberti (Atl. Vis Nova Giussano) 37’18”; 3° Monica Cibin (Atletica Saluzzo) 37’27”; 4° Claudia Solaro (Atletica Saluzzo) 37’41”; 5° Karin Angotti (Atletica Assago) 37’58”.

Ecco invece la CLASSIFICA COMPLETA. Mentre su FOXSPORT.IT trovate la cronaca della gara che poi è stata ripresa da tutti gli altri siti di Atletica. Altro ancora troverete nelle prossime ore sul sito della manifestazione. Le foto della gara sono QUA.

 

Set 11
10 settembre 2010 – Legnano Night Run
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 11th, 2010| icon34 Comments »

La Legnano Night Run 2010 richiama sulle sue strade ben 819 atleti che alle 21.00 si son dati battaglia sui due giri del percorso per un totale di 7.5 km . Avrei voluto esserci anche io… sarà per l’anno prossimo. Per adesso ecco la classifica:

UOMINI:

Diego Abbatescianni (Cover Mapei) in 23’08” che molto probabilmente l’anno prossima diventerà mio compagno di squadra all’Atletica Palzola; 2° Marco Brambilla (Atl. San Marco) 23’46”; 3° Virgilio Franchi (Atl. Casorate) 24’26”; 4° Carmelo Melito (GS Montestella) 24’40”; 5° Stefano Longo (Atl. Cento Torri Pavia) 25’06”.

Poi tanti tanti amici tra cui oggi vi voglio solo segnalare 48° Sergio Rosanò 28’00” compagno di squadra ai tempi in cui ci allenavamo sotto la guida di Fabio Caldiroli; 101° Michele Vignati (Podismo e Cazzeggio) 29’51”; 322° Mauro Colombo 34’14”; 335° Luca D’Ippolito (Banca di Legnano) 34’34”; 426° Davide Montoli 36’08”. Siete stati grandi!!!

DONNE:

Simona Garbelli (Ondaverde) 27’35”; 2° Sabina Cangiamila (Azzurra Garbagnate) 28’47”; 3° Raffaella Preatoni (Azzurra Garbagnate) 29’54”; 4° Mariela Oropeza (Betti’s Grup Run) 29’55”; 5° Asoka Valayil 30’25”.

Poi bravissime 6° Erica Pampagnin (Betti’s Grup Run) 30’28”; 8° Emanuela Fossa (Atl. Casorate) 30’59”; 11° Marta Landini (Banca di Legnano) 32’18”; 12 Laura Marsiglio (Athlon Runnners) 32’18”; 13° Elena Macchi (Runners Olona) 32’35”; 17° Federica Caporali (Atl. Casorate) e via via tutte le altre.

Ed ecco la CLASSIFICA COMPLETA.

Foto: Diego Abbatescianni (Cover Mapei)

 

Set 10
9 settembre – Classifica Ornavasso
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 10th, 2010| icon3No Comments »
Nella sera di giovedì 9 settembre 2010 a Ornavasso (VB) si è corsa la Camminata del Boden, corsa di 6 km con partenza alle 20.00. Più di 400 i partecipanti. Ecco la classifica:

UOMINI:   

Rachid Amor (Pro Sesto Atletica); 2° Luciano Taccone; 3° Mattia Scrimaglia (ASD Bognanco)   

DONNE:   

Yasmin Mashrol; 2° Federica cerutti (Atletica palzola); 3° Maria Giovanna Cerutti (GSA Valsesia)   

Foto: Rachid Amor (Pro Sesto Atl)  

  

Set 10
7-8-9 settembre – A tutta Pista
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 10th, 2010| icon3No Comments »

Tre giorni di fuoco per gli amanti della pista. ecco le gare sull’anello rosso che si sono svolte in questi 3 giorni:

Martedì 7 settembre 2010 – BIELLA (BI) – CLASSIFICA

Mercoledì 8 settembre 2010 – PESCHIERA BORROMEO (MI) – Genny Di Napoli Day – CLASSIFICA

Giovedì 9 settembre 2010 – MILANO (MI) – Notturna Internazionale di Milano – CLASSIFICA

 

Set 9
4-5 settembre 2010 – Risultati gare
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 9th, 2010| icon32 Comments »

Ecco le classifiche delle gare che si sono corse sabato 4 e domenica 5 settembre 2010 nelle nostre province:

Sabato 4 settembre 2010 – GARBATOLA DI NERVIANO (MI) – 7.3 km. UOMINI: 1° Mirko Canaglia (Pro Patria Milano) 23’16”; 2° Daniele Pagani 23’56”; 3° Marco Cattaneo (Runners Olona) 25’55”. DONNE: 1° Sabina Cangianila 26’16”; 2° Raffaella Preatoni 30’21”; 3° Mariella Oropeza 33’44”

Sabato 4 settembre 2010 – FENEGRO’ (CO) – 5.1 km. UOMINI: 1° Lahcen Mokraji (Daini Carate Brianza) 15’01”; 2° Ahmed Nasef (N. Atl. Fanfulla) 15’07”; 3° Paolo Finesso (comense) 15’14”. DONNE: 1° Galimberti Sara (Atl. N. Giussano) 18’06”; 2° Cristina Clerici (Comense) 18’11”; 3° Deborah Oderle (Comense) 18’12”. Classifica completa.

Sabato 4 settembre 2010 – PAVIA (PV) – Pista. Ottimo debutto di Raffaele Turla (Atl. Palzola) negli 800m in 2’11”. Buon 3000m di allenamento anche di Massimiliano Montagna (Atl. Palzola) in 9’18” in via di miglioramento. Classifica

Domenica 5 settembre 2010 – BERNATE (VA) – Piede d’Oro. UOMINI: 1° Antonio Vasi 38’27”; 2° Giuseppe Bollini (Atl. La Fornace) 38’34”; 3° Simone Turetta (Atletica 3V) 38’42”. DONNE: 1° Paola Cervini (Runners Valbossa) 46’51”; 2° Angiola Conte (Atletica Vignate) 49’57”; 3° Elisa Rossini 50’47”. La classifica è QUA. Il commento di Beppe QUI.

Domenica 5 settembre 2010 – STRESA (VB) – UOMINI: 1° Alessandro Bertolini 16’01”; 2° Simone Zangarini 16’56”; 3° Roberto Rabattini 17’12”. DONNE: 1° Olivia Sibilla 19’32”; 2° Chiara Cerlini 20’22”; 3° Antonella Brusa Perona 20’39”.

Domenica 5 settembre 2010 – CITTIGLIO-VARARO (VA) – Vedi QUA.

Domenica 5 settembre 2010 – ORASSO (VB) – Salita 5.1 km. UOMINI: 1° Rolando Piana (GSD Genzianella) 25’30”; 2° Mattia Scrimaglia (ASD Bognanco) 26’30”; 3° Stefano Basalini (ASD Caddese) 27’06”. DONNE: 1° Erika Forni (GSA Valsesia) 32’19”; 2° Maria Giovanna Cerutti (GSA Valsesia) 34’54”; 3° Mirella Cabodi (ASD Atl. Cumiana) 34’58”. Classifica completa

Domenica 5 settembre 2010 – BARENGO (NO) – 10 km. UOMINI: 1° Stefano Luciani (Cover Mapei); 2° Istivan Mattacchini (GP76 Oleggio); 3° Maurizio Schepis (GSA Valsesia). DONNE: 1° Elena Platini; 2° Gabriella Gallo (Sport & Sportivi); 3° Roberta Picozzi (Atl. Bellinzago).

Domenica 5 settembre 2010 – NOVARA (NO) – Pista. 3000m. UOMINI: 1° Sergio Lovanio (Atl. Saluzzo) 10’30”. DONNE: 1° Paola Platè (Atl. Frattini) 15’10”. Classifica

Foto: Erika Forni (GSA Valsesia) vincitrice a Orasso.

 

Set 8
Spettacolare battaglia a Borgomanero
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 8th, 2010| icon310 Comments »

Me la ricordavo così e così e stata! Martedì 7 settembre 2010, Straborgo di Notte, forse la gara più tirata che abbia mai fatto e già lo era 3 anni fa ovvero l’ultima volta che vi avevo preso parte.

Più di cinquecento atleti alla partenza. Tanti amici della mia società e altri della mia provincia ed oltre. Si sa che si partirà a manetta perchè siamo a Borgomanero e così è da sempre. 4,750 km (rilevati al GPS anche se l’organizzazione ne indicava 5) a tutta senza un attimo di respiro attraversando in lungo e in largo il centro di Borgomanero (NO). Ed il traguardo volante posto a 1,5 km dalla partenza non fa che animare gli animi.

Ore 20.45 si parte e siamo già sul piede dei 2’50” al km con Ivan Breda (Pro Sesto Atl) e Fabio De angeli (Atl. Palzola) davanti a tutti a spingere sul pavè bagnato con l’acqua che risale sulla schiena e la pioggerella negli occhi. Curve secche, grandi vialoni dove rilanciare il ritmo, penombra della notte, adrenalina a mille e battaglia di quelle leali, di quelle che ti fan gioire nella fatica, di quelle che ti esaltano. Spalla a spalla con i due alfieri della Cover Mapei Stefano Demiliani e Stefano Clemente, gomito a gomito col compagno di squadra Paolo Proserpio (Atl. Palzola), fianco contro fianco con Fabio De Angeli che nonostante abbia ripreso ad allenarsi da poco sta provando in tutti i modi ad insidiare il traguardo volante a Breda. Poco dietro Davide Daccò, Stefano Castagna (Bienate Magnago), Maurizio Schepis (GSA Valsesia) e Valerio Facciolo (Euroatletica 2002).

Il pubblico nel centro è di quelli belli caldi ed il loro incitamento ti fa andare ancora più forte. Affronto le curve con cautela, stando largo per paura di scivolare sul pavè e lasciandomi superare dagli altri amici-avversari che son più lesti di me a chiudere la traiettoria. Ci si incrocia, ci si spalleggia, ma poi rilancio sempre riportandomi davanti all’inseguimento di Ivan Breda che al secondo passaggio nella piazza centrale è ancora in fuga con un vantaggio di 20m. Fabio De Angeli alza bandiera bianca e allora ecco l’altro compagno di squadra Proserpio a darmi il cambio per un centinaio di metri.

Ma ieri sera mi sentivo troppo bene e allora mi rimetto davanti a spingere a fondo. Nel giro di poco tempo riprendo Breda e continuo sul mio ritmo provando a staccare tutti. Sento dei passi dietro ma non so di chi siano. Continuo sull’asfalto della periferia dove c’è più buoio che luce. Ci si riavvicina al centro col suo pavè. Manca il rettilineo finale e l’amico Stefano Clemente mi affianca e cambia decisamente ritmo. Inizia la volata in leggera discesa. Provo a resistere. Aumento la falcata ma l’atleta della Cover è decisamente più veloce di me. Ultimi metri. Secondo posto ma decisamente felice. Guardo il GPS al polso e leggo 4,750 km, 14’11”, 2’59” di media… Decisamente strafelice! E a meno che i satelliti nel cielo non siano impazziti posso dire di aver appena concluso una delle gare più tirate… ma dal’tronde eravamo alla Straborgo…

Dopo 10″-15″ ecco arrivare Ivan Breda seguito a breve distanza da Demiliani e da Paolo Proserpio. Tra le donne vince la padrona di casa e compagna di squadra Federica Cerutti (Atl. Palzola) sempre più in forma!

UOMINI:

Stefano Clemente (Cover Mapei) 14’08”; 2° Matteo Raimondi (Atl. Palzola) 14’11”; 3° Ivan Breda (Pro Sesto Atl) 14’22”; 4° Stefano Demiliani (Cover Mapei) 14’26”; 5° Paolo Proserpio (Atl. Palzola) 14’45”; 6° Davide Daccò; 7° Fabio De Angeli (Atl. Plazola); 8° Stefano Castagna (Bienate Magnago) che sta ritonando in ottima forma; 9° Valerio Facciolo (Euroatletica 2002); 10° Maurizio Schepis (GSA Valsesia)

DONNE:

Federica Cerutti (Atl. Palzola); 2° Marta Gariglio (GS Splendor Cossato); 3° Luisa Fumagalli (Canottieri Milano); 4° Valentina Roberto (Atl.Saluzzo); 5° Laura Pagani (ASD Caddese); 6° Alice Di Simone (ASD Caddese); 7° Adele Montonati (Marathon Verbania)

Un altro bel commento lo trovate sul sito del compagno di squadra Oliviero Giberti. Le foto di Pagani le trovate QUA

Foto: arrivo

 

Set 7
37° Cittiglio Vararo. Ma in futuro…
Posted by matteoraimondi in Cronaca gare on 09 7th, 2010| icon34 Comments »

L’anno scorso l’avevo definita come la Grande Classica, come il Tempio del Podismo, come la Terra di Confine tra stradaioli e corridori di montagna e potrei andare avanti così anche ques’anno dal momento che la CITTIGLIO-VARARO è una tra le gare a cui tengo di più, di cui posso dire di essermi innamorato.

6,750 km su asfalto con 500m di dislivello in salita ma più che il percorso è l’atmosfera e la sua storia a stregarmi. Basta solo scorrere i vincitori delle passate edizioni per capirlo. Gente del calibro di Peragine, Mininni, Capovani, Belluschi, Bernadini, Curioni, Mascheroni, Caldiroli, Gabellotto, Oukhrid, Kameskaia, Faccio, Morelli, Usackeva, Clerici, Iozzia, Mara solo per dirne alcuni senza dimenticare poi Maddalena, Maffei, Broggi, Stella, Bianchi, Andreolotti, Moretti, Toniolo, Colonnello, Bellorini, Tabacchi, Terraneo.

Uscita dal circuito del Piede d’Oro e ritornata nel calendario Regionale Fidal la 37° edizione di questa gara in salita ha richiamato ugualmente un 150 atleti. Alle 10.00 in punto si parte sul percorso storico e dopo 950m in piano inizia la salita. Ci aspettano 500m di dislivello in salita da affrontare in poco meno di 6 km. Davanti si è già formato un gruppetto di 5 atleti guidato da un Ivan Breda (Pro Sesto Atl) dato in splendida forma seguito a ruota da Filippo Ba (Atl. Cento Torri Pavia), Fabio Caldiroli (Calcestruzzi Corradini) reduce dagli allenamenti di St Moriz, io e l’amico peruviano Juan Carlos Llacua (US Milanese) vincitore solo una settimana prima nel circuito di Casalzuigno. Più dietro, staccati di qualche decina di metri, seguono gli altri amici Basoli, Toniolo, De Muru, Ponti, Nader, i fratelli Argoub, Lucchina, Villa, Crotti, Escobar, Tiozzo e via via tutti gli altri.

Al traguardo volante siamo ancora tutti assieme ma non c’è volata tra noi 5 e passa per primo Breda. Poi Filippo Ba prova ad aumentare il passo. Il primo a staccarsi è Llacua. Al 2° km Ba e Caldiroli aumentano ulteriormente. Io provo a resistere ma in poco tempo perdo metri trovandomi da solo. L’amico Ivan Breda mi segue a venti metri. Sento ancora il suo respiro ed i suoi passi e allora provo a spingere a fondo per staccarlo definitivamente. Nel giro di 3-4 minuti la sua presenza scompare e capisco che arriverò 3° anche quest’anno come l’anno scorso. Però mi aspettano ancora 4 km da affrontare tutti in solitaria col solo incitamento di numerosi ciclisti e podisti che riscendono dopo il loro allenamento mattutino.

E nella solitudine mi metto a guardarmi attorno. Non c’è molto se non la strada che sale coi suoi tornanti immersa negli alberi ed il rumore del torrente che negli anni si è scavato il suo percorso. Il cielo è cupo e qualche goccia riesce a scappare al suo controllo. Sembra tutto così fermo, così silenzioso mentre io avanzo di corsa scrutando di tanto in tanto la sagoma di Caldiroli nelle curve avanti anche lui ormai solitario nella sua salita. Tutto fermo mentre noi avanziamo. E paragono ciò che vedo a ciò che sono e penso che l’uomo è certamente il più perfetto fra i creati,più perfetto del sole e delle altre stelle, più perfetto degli animali e delle piante, più perfetto di qualsiasi altra sostanza, più perfetto di tutto quello che esiste perchè ha l’anima oltre la materia, l’inteligenza oltre l’istinto, la libertà oltre l’ordine. E quest’anima, questa inteligenza, questa libertà mi sussurravano nelle orecchie che prima o poi questa salita la farò mia. Non certo quest’anno e forse neppure l’anno prossimo ma nel giro di qualche anno la vincerò questa mia gara, questa Cittiglio-Vararo. Devo però migliorarmi e di molto e anche… stare concentrato dal momento che il divagare dei miei pensieri mi ha fatto rallentare il passo.

Guardo l’orologio e siamo già a 26′ di corsa. Cavoli, mi ricordo che voglio battere il mio personale di 29’30” dell’anno prima e allora aumento il ritmo spingendo sull’ultimo tratto di asfalto. 27′ e manca ancora due tre curve. 28’30” e s’imbocca il sentierino. Ultimi metri controllando il tempo e sapendo di essermi migliorato ma neppure di troppo: 29’11” giungendo 3° staccato di ben 1’56” da Filippo Ba e di 40″ dall’amico Fabio Caldiroli.

UOMINI:

Filippo Ba (Atl. Cento Torri Pavia) 27’15″; 2° Fabio Caldiroli (Corradini Rubiera) 28’30″; 3° Matteo Raimondi (Atletica Palzola) in 29’11″ (mi son migliorato di 20″ rispetto all’anno scorso); 4° Ivan Breda (Pro Sesto Atl) 29’46″; 5° il peruviano Juan Carlos Llacua (US Milanese) 29’50″; 6° Stefano De Muru (GS Montestella) 29’56″; 7° Luca Ponti (Gazzada Schianno) 30’01″; 8° Mauro Toniolo (Atletica Verbano) 30’14″; 9° Salah Argoub (Atl. Gavirate) 30’30″; 10° Rahhal Nader (Atl. Arcisate) 30’56″; 11° Andrea Basoli (Runners Valbossa) 31’07″; 12° Andrea Villa (CTL 3 Atl.) 31’22″; 13° Rachid Argoub (Atletica 3V) 31’53″; 14° Massimo Lucchina (Atletica 3V) 31’55″; 15° Matteo Crotti (GP I Gamber De Cuncuress) 32’26″

DONNE:

Elisa Masciocchi (Atletica 3V) 35’56″; 2° Elisabetta Di Gregorio (Runners Valbossa) 36’08″; 3° Cinzia Passera (Runners Valbossa) 37’04″; 4° Emanuela Fossa (Atl. Casorate) 38’30″; 5° Erica Pampagnin (Betti’s Grup Run) 39’15″; 6° Alexia Aprile (Runners Valbossa) 39’31″; 7° Rita Grisotto (Runners Valbossa) 39’35″; 8° Lorena Lago (Betti’s Grup Run) 39’42″; 9° Lizia Rodari (Runners Valbossa) 39’50″; 10° Gaia Collenghi (ARC Busto A.) 39’57″

La classifica generale è QUA. Quella di categoria QUI. E’ disponibile anche la Classifica di società.

Le foto degli arrivi scattate da Davide Santambrogio le trovate sul sito dell’Atletica Verbano. Un bel commeno dell’amico Davide Passeri è su Podisti.net

Foto: il mio arrivo (by Davide Santambrogio)

 

Set 7
CENTOMILA GRAZIE !!!
Posted by matteoraimondi in Informazioni on 09 7th, 2010| icon37 Comments »

In 17 mesi di vita questo blog ha raggiunto ieri le 100 mila visite. Numerose sono state anche le pagine visitate che dalle statistiche del contatore Shiny Stat ho scoperto essere 240.000

GRAZIE MILLE A TUTTI

🙂

 

 

 

 

 

« Previous Entries